Mauro Chiodini: “La Sangiustese ce la metterà tutta”

Print Friendly, PDF & Email

Una delle certezze da cui è ripartita la Sangiustese è il classe 1980 Mauro Chiodini, al suo secondo anno in rossoblù.

Tantissime le casacche vestite dall’esperto portiere, a partire da quando, sedicenne, esordì con la maglia della sua Civitanovese in Serie D.

Fermana, Frosinone, Lanciano, Sorrento, Montegranaro, Folgore Veregra e Castelfidardo: le tappe di una carriera straordinaria, costellata di successi e soddisfazioni.

Mauro Chiodini, anche l’anno scorso la Sangiustese ha esordito in campionato con il Campobasso.

“Per noi fu l’inizio di una bella avventura. Non sapevamo ancora che tipo di squadra eravamo, eppure al primo impegno, dopo aver subito gol, abbiamo preso in mano il gioco e ci siamo conquistati un meritato pareggio. Anche quest’anno sarà una bella sfida. Noi all’80% siamo rimasti gli stessi, inserendo alcuni elementi interessanti, mentre loro hanno cambiato la rosa quasi del tutto e non abbiamo molte informazioni. Sono ottimista: se giochiamo come sappiamo secondo me possiamo fare bene”.

Sarà un campionato lungo e difficile.

“Di dilettantistico c’è poco. Tanti turni infrasettimanali nei mesi autunnali, realtà importantissime da affrontare e qualità delle rose lo rendono del tutto simile al professionismo. Quest’anno il livello si è ancora alzato. La nostra società si è mossa bene.  Possiamo giocarcela alla pari con molte squadre e provare a far divertire il nostro pubblico. La rosa che è stata allestita ci permetterà di affrontare anche gli impegni ravvicinati al completo e questo è importante”.

Importante come il ruolo del portiere, specie negli ultimi anni in cui si cerca sempre di inserire l’under in porta.

“Secondo me è una scelta forzata. Se un ragazzo è bravo è giusto che giochi, ma valutare solo la carta d’identità è un errore. Si viene messi subito sotto processo e spesso non ci sono seconde possibilità. Una politica sbagliata che nuoce a squadra e giocatore e che per fortuna nell’ultimo periodo sta un po’ cambiando, visto che il portiere esperto spesso offre maggiori garanzie in termini di punti ”.

“Per noi ragazzi, per i tifosi e per il comune di Monte San Giusto deve essere una gioia immensa confrontarsi con queste piazze blasonate che hanno fatto addirittura la serie A – conclude Chiodini – Mi fa piacere che quest’anno sono stati sottoscritti parecchi abbonamenti. Speriamo in un pubblico più numeroso a seguirci perché come l’anno scorso ce la metteremo tutta per far divertire la gente e rendere società e tifosi orgogliosi di noi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!