Non riesce l’impresa al faraone di Camerino

Print Friendly, PDF & Email

Seconda medaglia per l’Italia agli Europei di atletica leggera di Berlino. L’ha conquistata Yohanes Chiappinelli nella gara dei 3000 siepi, vinta dal francese Mahiedine Mekhissi-Benabbad. Medaglia d’argento per lo spagnolo Fernando Carro. Mekhissi ha chiuso con il tempo di 8’31”66, contro l’8’35”81 dell’italiano.

Tredicesimo posto per l’altro azzurro in gara, Ahmed Abdelwahed. Il faraone di Camerino (così viene chiamato Ahmed nella città ducale per via delle sue origini egiziane) rimane in gara fin quasi ai duemila metri. Poi quando Chiappinelli prende il comando delle operazioni e comincia a forzare l’andatura, Ahmed non riesce a cambiare passo.

La finale di Berlino resta comunque un traguardo importantissimo per l’atleta azzurro delle Fiamme Gialle nonché del Cus Camerino. Ahmed, che ha soli 22 anni, ha tutto il tempo per migliorarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!