Novembre 26, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

Aggiornamenti Covid Live: nascondi autorizzazioni, riapri notizie e altro ancora

Aggiornamenti Covid Live: nascondi autorizzazioni, riapri notizie e altro ancora
credito…Hejara Nlouda / Associated Press

I funzionari hanno affermato, giovedì, che gli Stati Uniti aumenteranno gli aiuti per il vaccino contro il virus Corona a 11 paesi africani, nel tentativo di prevenire cambiamenti futuri e migliorare gli sforzi di vaccinazione nel continente meno immunizzato.

Attraverso la Global Vaccine Access Initiative, o Global Vax, l’amministrazione Biden fornirà “ampio supporto finanziario, tecnico e diplomatico” ai paesi africani che hanno recentemente dimostrato la loro capacità di accelerare l’adozione del vaccino, secondo una dichiarazione di Rebecca Shalev, portavoce per l’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale.

L’agenzia ha affermato di aver selezionato una manciata di paesi dell’Africa subsahariana – Angola, Eswatini, Ghana, Costa d’Avorio, Lesotho, Nigeria, Senegal, Sud Africa, Tanzania, Uganda e Zambia – in base al peso del Covid-19 sulle loro popolazioni . , la capacità dei loro sistemi sanitari, la loro disponibilità a gestire rapidamente le dosi di vaccino in assenza di vincoli di fornitura e la loro capacità di dispiegare efficacemente ulteriori investimenti statunitensi. L’agenzia ha impegnato 510 milioni di dollari per sostenere i programmi globali di immunizzazione e più della metà di questo finanziamento andrà al primo gruppo di paesi africani.

L’iniziativa Global Vax è iniziata a dicembre per aiutare i paesi, in particolare quelli dell’Africa subsahariana, a ottenere più colpi con più armi. Proprio come hanno fatto i paesi africani Ricevi più vaccinazionimolti di loro hanno Ho faticato a distribuirlo A causa della carenza di congelatori a catena ultrafreddi necessari per evitare la scadenza delle dosi e delle difficoltà nel consegnarle a città e villaggi remoti. Anche la frequenza dei vaccini e la disinformazione hanno causato problemi.

READ  Zelensky accetta di parlare con la Russia, ma rifiuta di considerare la Bielorussia come il luogo d'incontro

Con l’ulteriore assistenza finanziaria dell’amministrazione Biden, questi 11 paesi africani riceveranno “una maggiore partecipazione dal governo degli Stati Uniti e finanziamenti per valutare rapidamente i bisogni e aumentare il tasso di vaccinazione, compreso il supporto di esperti qui negli Stati Uniti e sul campo, ” si legge nel comunicato. .

L’ultimo supporto del governo degli Stati Uniti arriva quando l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha iniziato a inviare 42 esperti in almeno 18 paesi africani che devono affrontare sfide nella gestione dei vaccini. Per tre o sei mesi – e in alcuni casi fino a un anno – questi esperti sono incaricati di aiutare paesi come Burundi, Etiopia e Mozambico con la pianificazione finanziaria, la gestione delle scorte di vaccini e il miglioramento delle misure di salute pubblica.

Attualmente, solo il 12% della popolazione africana – o 168 milioni di persone – è stato completamente vaccinato, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, e l’Africa rappresenta solo il 3,5% dei 10,3 miliardi di dosi somministrate a livello globale.

Una media di sei milioni di persone in Africa viene vaccinata ogni settimana, ma lo dicono i funzionari sanitari ha bisogno di aumentare A circa 36 milioni se il continente vuole raggiungere l’obiettivo comune di vaccinare il 70 per cento della popolazione di ciascun paese entro la metà di quest’anno.

La disuguaglianza nell’accesso ai vaccini è stata una questione controversa nell’ultimo anno, con leader africani e funzionari della sanità pubblica che hanno accusato le nazioni ricche di Dosi di conservazione e Una presa in giro dell’equità nei vaccini Dando colpi di richiamo. Il dibattito sull’uguaglianza nella produzione, produzione e distribuzione di vaccini è diventato un punto focale questa settimana quando i leader europei e africani incontrato a bruxelles.

READ  La Banca centrale russa impone controlli sugli acquisti in dollari

Lo ha detto venerdì il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus Sei paesi africani Egitto, Kenya, Nigeria, Senegal, Sud Africa e Tunisia saranno i primi a ottenere la tecnologia necessaria per produrre vaccini mRNA.

Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha affermato di aver accolto con favore l’impegno.

“Questa è un’iniziativa che ci consentirà di produrre i nostri vaccini, il che è molto importante per noi”, ha affermato Ramaphosa in una nota. “Significa rispetto reciproco, riconoscimento reciproco di ciò che tutti possiamo dare al partito, investire nelle nostre economie, investire nelle infrastrutture e, in molti modi, restituire al continente”.