Maggio 16, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

All’ONU, gli Stati Uniti avvertono la Russia di non pianificare l’invasione dell’Ucraina nei “prossimi giorni”

All'ONU, gli Stati Uniti avvertono la Russia di non pianificare l'invasione dell'Ucraina nei "prossimi giorni"

Il Segretario di Stato americano Anthony Blinken parla dell’Ucraina durante la sua visita a Nadi, Figi, 12 febbraio 2022. REUTERS/Kevin Lamarck/Paul/File Photo

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

NAZIONI UNITE (Reuters) – Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha spiegato giovedì al Consiglio di sicurezza dell’Onu come Washington crede che la Russia potrebbe tentare di invadere l’Ucraina, avvertendo che Mosca si sta preparando a intraprendere tale azione militare nei “prossimi giorni”. . “

Blinken ha accusato la Russia di complottare per fabbricare un pretesto per un attacco all’Ucraina che potrebbe includere un “attacco immaginario, persino reale, usando armi chimiche” e ha detto: “La Russia potrebbe descrivere questo evento come pulizia etnica o genocidio”.

“Il governo russo può dichiarare oggi, senza alcuna riserva, evasione o deviazione, che la Russia non invaderà l’Ucraina. Metti in chiaro. E annuncialo chiaramente al mondo, e poi mostralo inviando le tue truppe, carri armati e aerei in le loro baracche e capannoni, e mandando diplomatici al tavolo delle trattative.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Blinkin è apparso a una riunione del consiglio di 15 membri sugli accordi di Minsk, che mirano a porre fine al conflitto di 8 anni tra l’esercito ucraino e i separatisti sostenuti dalla Russia nell’est del paese.

L’incontro è avvenuto in mezzo a forti tensioni dopo che gli Stati Uniti hanno accusato la Russia di dispiegare circa 150.000 soldati vicino ai confini dell’Ucraina nelle ultime settimane. La Russia ha detto che non ha intenzione di invadere l’Ucraina e accusa l’Occidente di isteria.

Blinken ha affermato che le informazioni statunitensi hanno indicato che le forze russe “si stanno preparando a lanciare un attacco contro l’Ucraina nei prossimi giorni”. Ha detto di aver chiesto al ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov di incontrarsi in Europa la prossima settimana.

READ  'Elezioni del gioco del calamaro': la campagna della Corea del Sud diventa brutta

Parlando con Blinkin, il viceministro degli Esteri russo Sergei Vershinin ha fatto appello ai membri del consiglio affinché non trasformino l’incontro “in un circo” lanciando “un’accusa infondata che la Russia intenda attaccare l’Ucraina”.

“Penso che abbiamo abbastanza speculazioni al riguardo”, ha detto Vershinin. “Abbiamo spiegato tutto molto tempo fa e spiegato tutto”.

Giovedì un alto funzionario dell’amministrazione statunitense aveva avvertito che la Russia avrebbe potuto utilizzare la riunione del Consiglio di sicurezza come parte del tentativo di “stabilire un pretesto per una possibile invasione” dopo che la Russia aveva distribuito un documento ai membri del consiglio in cui si denunciava crimini di guerra in Iraq. Ucraina sudorientale.

Il funzionario statunitense ha respinto le accuse russe come “categoricamente false”.

Riferendosi ai russi che vivono nell’Ucraina orientale, Vershinin ha affermato che sono “ancora presentati come stranieri nel loro paese” e presi di mira dall’esercito ucraino. Ha detto ai membri del consiglio che sarebbero rimasti “inorriditi” dal documento che la Russia aveva mostrato loro.

Giovedì scorso, i separatisti sostenuti dalla Russia e le forze governative ucraine si sono accusate a vicenda di aver sparato proiettili attraverso la linea del cessate il fuoco nella regione orientale del Donbass, in Ucraina, in quella che Kiev ha apparentemente descritto come una “provocatoria”. Per saperne di più

Yasar Khalit Cevik, osservatore capo della Missione speciale di monitoraggio dell’OSCE in Ucraina, ha detto al Consiglio di sicurezza che, nonostante siano state registrate circa 500 esplosioni durante la notte, “la tensione sembra essersi attenuata”.

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite si è riunito dozzine di volte per discutere della crisi ucraina da quando la Russia ha annesso la regione ucraina della Crimea nel 2014. Non può intraprendere alcuna azione perché la Russia ha potere di veto insieme a Francia, Gran Bretagna, Cina e Stati Uniti. Per saperne di più

Rapporti aggiuntivi di Michelle Nichols, Humira Pamuk, Daphne Psaledakis, Doina Chiaco; Montaggio di Will Dunham, Raisa Kasulowski e Chizu Nomiyama

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.