Gennaio 18, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

Blinken ha messo in guardia la Cina contro un’azione unilaterale nei confronti di Taiwan

Il segretario di Stato americano Anthony Blingen ha incontrato il ministro degli Esteri cinese Wang Yi a margine del vertice del G20 a Roma, Italia, il 31 ottobre 2021. Tiziana Fabi / Piscina via REUTERS

ROMA, 31 ottobre (Reuters) – Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha detto domenica al suo omologo cinese che gli Stati Uniti si oppongono alle mosse della Cina per aumentare le tensioni nello stretto di Taiwan, ha detto un alto funzionario del ministero degli Esteri.

Durante un incontro di un’ora con il ministro degli Esteri cinese Wang Yi, a margine del vertice di 20 persone, il funzionario ha affermato che Washington era “chiaramente” contraria a qualsiasi cambiamento unilaterale da parte di Pechino.

Il recente aumento delle esercitazioni militari cinesi nella zona di identificazione della difesa aerea di Taiwan è una testimonianza della persecuzione militare di Pechino.

La Cina rivendica l’isola come parte del proprio territorio per impedire che qualsiasi intervento straniero a Taiwan interferisca nei suoi affari interni.

Gli Stati Uniti vogliono gestire in modo responsabile la feroce concorrenza tra le due maggiori economie del mondo, ed entrambe le parti hanno convenuto che le linee di comunicazione aperte sono cruciali, ha affermato il funzionario del ministero degli Esteri.

Sebbene gli Stati Uniti, come la maggior parte dei paesi, non abbiano relazioni formali con Taiwan, Washington è il più importante sostenitore internazionale e fornitore di armi chiave dell’isola ed è legalmente tenuto a fornire mezzi di autodifesa.

Gli Stati Uniti perseguono da tempo una politica di “ambiguità strategica” sull’opportunità di intervenire militarmente per proteggere Taiwan in caso di attacco cinese, anche se il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato la scorsa settimana che tornerà in difesa di Taiwan.

READ  Ora legale 2021: come prepararsi e cosa sapere

Blingen ha chiarito che Washington non ha cambiato la sua politica di “una Cina” nei confronti di Taiwan, ha detto il funzionario.

Il funzionario ha detto che non stava discutendo dell’acquisto dell’ultimo test cinese sulle armi ipersoniche, che secondo gli esperti militari mostra la ricerca di Pechino di un sistema orbitale progettato per aggirare le barriere missilistiche statunitensi.

Relazione di Andrea Shalal; Montaggio di John Stone Street Montaggio di Alison Williams

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.