Ottobre 1, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

BP perde la sua quota del 20% nella russa Rosneft

BP perde la sua quota del 20% nella russa Rosneft

Il Cremlino si riflette nel lucido consiglio del gigante petrolifero russo controllato dallo stato Rosneft all’ingresso del quartier generale di Mosca,

Dmitrij Kostyukov | Agence France-Presse | Getty Images

colosso energetico britannico BP annunciare Domenica ha ceduto la sua quota del 19,75% nella compagnia petrolifera russa Rosneft.

Anche il CEO di BP Bernard Looney e l’ex CEO Bob Dudley si sono dimessi dal Consiglio di amministrazione di Rosneft, con effetto immediato. Looney è stato amministratore di Rosneft come uno dei due amministratori nominati per BP dal 2020. La società ha affermato che Dudley è amministratore dal 2013.

BP opera in Russia da più di 30 anni, ma l’invasione russa dell’Ucraina ha costretto la società a rivalutare la propria partecipazione.

“Questa azione militare rappresenta un cambiamento fondamentale”, ha affermato il presidente della BP Helge Lund in una dichiarazione. “Questo ha portato il consiglio di amministrazione di BP a concludere, dopo un processo approfondito, che il nostro coinvolgimento con Rosneft, di proprietà statale, semplicemente non può continuare”.

BP stava affrontando crescenti pressioni da parte del governo britannico affinché rinunciasse alla sua partecipazione nella società. Il giornale di Wall Street Ho segnalato la settimana scorsa. Il quotidiano ha affermato che i funzionari britannici accusano Rosneft di aver alimentato l’avanzata del Cremlino in Ucraina.

Il segretario agli affari britannico Kwasi Quarting, che si dice abbia parlato la scorsa settimana con BP, ha dichiarato su Twitter di aver accolto favorevolmente la decisione della società.

“L’invasione russa non provocata dell’Ucraina dovrebbe servire da campanello d’allarme per le aziende britanniche con interessi commerciali nella Russia di Putin”, ha affermato Carting.

READ  Ecco come le sanzioni alla Russia ti costeranno di più

Rosneft aveva contribuito per circa un terzo alla produzione di petrolio e gas di BP, secondo la rivista.

A seguito della cessione della sua partecipazione, BP ha affermato che prevede di segnalare gli addebiti non monetari sostanziali con i risultati del primo trimestre 2022 a maggio.