Agosto 13, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

Brillante Manifesto repubblicano sull’invasione dell’Ucraina

exp TSR.Todd.GOP.split.over.confronting.Putin_00003401.png
Mentre molti di loro Colleghi del Partito Repubblicano Ridendo ridicolmente il presidente russo Vladimir Putin giovedì per la sua invasione dell’Ucraina, Stefanik ha preso una strada diversa, concentrando le sue critiche sul presidente Joe Biden e mettendo sotto i suoi piedi l’aggressione russa.

“Solo un anno dopo un presidente e comandante in capo degli Stati Uniti debole, inadatto e inadatto, il mondo è diventato meno sicuro. Invece della pace attraverso la forza, stiamo assistendo alla politica estera di Joe Biden di guerra attraverso la debolezza. Nel l’anno scorso, i nostri avversari in tutto il mondo hanno valutato e misurato la leadership di Joe Biden sulla scena mondiale, e ha fallito miseramente su ogni parametro. Dagli attacchi cinetici e letali ai nostri alleati e partner, al disastroso ritiro e resa in Afghanistan , agli attacchi informatici che hanno paralizzato l’industria e le infrastrutture americane, all’odierna invasione russa dell’Ucraina, Joe Biden e la sua amministrazione hanno deluso l’America e il mondo”.

Mentre Stefanik ha continuato a descrivere Putin come un “criminale di guerra” e un “teppista squilibrato”, la maggior parte della sua dichiarazione è stata dedicata alla critica di Biden.

Un decennio fa, l’idea di etichettare un presidente degli Stati Uniti “non idoneo” sulla scia della più grave invasione dell’Europa dalla seconda guerra mondiale era impensabile per i membri di entrambe le parti.

Ma i quattro anni in carica di Trump hanno cambiato tutti i resoconti su come condurre la politica, anche in un momento di guerra.

Lo stesso Trump è andato alla Fox mercoledì sera tardi per restituire una poltrona – e prendersi la colpa – per la situazione. “Beh, è ​​qualcosa che non sarebbe mai dovuto accadere”, ha detto. “Questo non sarebbe successo durante la mia amministrazione. Non sarebbe successo e non sarebbe successo ora”.

READ  FBI e Dipartimento per la sicurezza interna avvertono i funzionari statunitensi di possibili attacchi informatici russi legati all'invasione dell'Ucraina

Quando gli è stato detto che Biden stava “monitorando” la situazione alla Casa Bianca, Trump ha risposto: “Non credo che stia guardando. Penso che stia dormendo”, prima di aggiungere ancora che “è orribile che non sarebbe mai dovuto accadere…”

Quello che Trump ha fatto – e continua a fare – per il Partito Repubblicano è mettere giù l’idea di una retorica accettabile. Stefanik ha fatto scalpore politicamente la sua volontà di sostenere Trump in ogni momento. È stata promossa alla leadership del GOP alla Camera dei rappresentanti dopo che la rappresentante Liz Cheney è stata rimossa dalla sua posizione di presidente della convenzione per aver criticato le azioni di Trump durante la ribellione del 6 gennaio 2021.

Stefanik ha rilasciato una dichiarazione come questa perché sa che è probabile che l’ala MAGA del Partito Repubblicano (e lo stesso Trump) la divorerà. Appare inconsapevole o disinteressata al tipo di messaggio che sta inviando al paese e al mondo quando si riferisce al presidente degli Stati Uniti come “inappropriato” in tempo di guerra.