Castelfidardo: manca l’acqua calda, la Labor torna a casa

Print Friendly, PDF & Email

Dalle docce esce acqua fredda, la squadra ospite si rifiuta di giocare.

Sabato scorso era in calendario la partita fra il Calcio Castelfidardo e la Labor 1950 (Seconda Categoria girone D).  A causa di un guasto nella condotta idrica della Valmusone negli spogliatoi non era possibile avere l’acqua calda. Il Castelfidardo ha manifestato l’intenzione di giocare ugualmente la partita, quelli della Labor si sono rifiutati.

Il giudice sportivo ha dato mandato al Comitato Regionale Marche della Figc di fissare una nuova data per la disputa dell’incontro.

Nel comunicato numero 137 si legge:

“Rilevato dal referto arbitrale che la gara in oggetto non è stata effettuata in quanto a seguito di un guasto nella condotta idrica della Valmusone era impossibile avere le docce calde per gli atleti.

Rilevato sempre dal referto arbitrale che la squadra ospitante avrebbe dato il proprio consenso per la disputa dell’incontro, mentre la squadra ospite si rifiutava per tutelare la salute dei propri calciatori.

Ritenuto valido e giustificato motivo quanto sostenuto dalla società Labor 1950, si decide di dare mandato al C.R. Marche perché fissi una nuova data per l’effettuazione dell’incontro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!