Ottobre 1, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

Chandrayaan-2 ha fatto la prima osservazione della distribuzione globale di argon-40 nell’esosfera lunare | Notizie dall’India

Chandrayaan-2 ha fatto la prima osservazione della distribuzione globale di argon-40 nell'esosfera lunare |  Notizie dall'India
Bangalore: isro Martedì ha detto che lo spettrometro di massa a bordo dell’orbiter Chandrayaan-2, ChandraAtmospheric Composition Explorer 2 (CHACE-2) ha effettuato le sue prime osservazioni sulla distribuzione globale dell’argon-40 (un gas nobile) nell’atmosfera esterna della Luna.
“Queste osservazioni forniscono informazioni sulla dinamica delle specie presenti nell’esosfera lunare, nonché sulle attività radioattive nelle prime decine di metri sotto la superficie lunare”, ha affermato Isro.
Isro ha osservato che i gas nobili agiscono come importanti traccianti per comprendere i processi di interazione tra la superficie e l’esosfera e ha affermato che l’argon 40 (Ar-40) è un atomo di traccia importante per studiare la dinamica delle specie nell’esosfera lunare.
Ar-40 deriva dal decadimento radioattivo del potassio-40 (K-40) che si trova sotto la superficie della Luna. Una volta formato, si diffonde nello spazio intergranulare e si fa strada nel guscio esterno della Luna attraverso infiltrazioni e fessure”.
L’unicità di questo risultato di Chandrayaan-2 sta nel fatto che sebbene le missioni Apollo-17 e LADEE abbiano rilevato la presenza di Ar-40 nell’esosfera lunare, le misurazioni sono state limitate alla regione subtropicale di la lunaIsro ha detto che i nuovi risultati sono stati pubblicati sulla rivista Geophysical Research Letters.
“Poiché c’è un forte gradiente di temperatura di latitudine sulla superficie lunare, finora è stata una regione di pausa per lo studio della dinamica globale delle specie dell’esosfera lunare, un processo guidato dal calore. In questo contesto, le osservazioni CHACE-2 su Ar-40 giocare in regioni di latitudine uniforme. Il centro (da 60° a +60°) ha svolto un ruolo importante nel colmare il divario di conoscenze”, ha affermato Isru.
Le osservazioni di CHACE-2 rivelano un aumento della densità di Ar-40 vicino al separatore dell’alba, una diminuzione durante il lato diurno, un picco secondario vicino al separatore del tramonto e un minimo sul lato notturno – un comportamento tipico di un gas condensabile.
“… le osservazioni CHACE-2 forniscono la variabilità diurna e spaziale di Ar-40 che copre le regioni dell’equatore e della latitudine media della luna”, ha aggiunto Esro.
Inoltre, per le medie latitudini, le osservazioni CHACE-2 hanno mostrato per la prima volta che la varianza della densità del numero di Ar-40 rispetto alle longitudini solari è simile a quella delle basse latitudini, nonostante le differenze di temperatura e topografia.
Le osservazioni di CHACE-2 rivelano che la distribuzione di Ar-40 ha una significativa eterogeneità spaziale. Ci sono miglioramenti localizzati (definiti rigonfiamento dell’argon) su diverse aree tra cui KREEP (potassio (K), elementi delle terre rare e fosforo (P)) e la topografia dell’Antartico-Aitken”, ha affermato Isro.
Le osservazioni di rigonfiamento dell’argon sono indicative di processi di perdita sconosciuti o aggiuntivi, terremoti lunari o regioni con energie di attivazione inferiori, che richiedono una migliore comprensione delle interazioni del guscio esterno e delle distribuzioni delle sorgenti di Ar-40, ha aggiunto Isro.
CHACE-2 era il seguito di CASO Un esperimento sulla Moon Impact Probe (MIP) per la missione Chandrayaan-1 tratto anche dall’esperimento Mars Extra Atmospheric Neutral Composition Analyzer (MENCA) a bordo della Mars Orbiter Mission (MOM).

READ  Gli algoritmi di controllo della ruota di Marte guadagnano slancio