Civitanovese, Di Meo: “L’arbitro non è stato all’altezza”

Print Friendly, PDF & Email

La Civitanovese non ci sta. La sconfitta maturata negli ultimi minuti al Favale Scarfiotti di Potenza Picena ha lasciato tanto amaro in bocca (leggi articolo). Il sodalizio rossoblù punta il dito contro il direttore di gara: gli episodi “incriminati” sono in particolar modo il calcio di rigore che ha consentito ai padroni di casa di agguantare il pareggio e il gol della vittoria.

“E’ una giornata brutta per il calcio, per lo sport, per la sana competizione – afferma con toni decisi ma pacati il Direttore Generale della Civitanovese, Enzo Di Meo – Credo che siamo in un momento in cui bisogna riflettere se tutti sono all’altezza di interpretare il proprio ruolo”.

“Sul contropiede ero proprio in linea con il giocatore del Potenza Picena – ha spiegato Di Meo – C’erano almeno due metri di fuorigioco. Un rigore netto a noi non dato. Degli arbitri non ho mai parlato, non mi piace, Facciamo parlare le immagini. E’ veramente una brutta pagina per il calcio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!