Gennaio 27, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

‘Dacci i nostri soldi’: pressione dei talebani per aprire miliardi in Afghanistan all’estero

  • L’Afghanistan affronta la fame di massa, la siccità di contanti
  • Il funzionario dice all’Europa di aprire il fondo afghano
  • Il ministero delle Finanze ha affermato che il congelamento dei soldi non è etico
  • Un portavoce del ministero ha affermato che i talebani non rispettano i diritti degli omosessuali

FRANCOFORTE, 29 ottobre (Reuters) – Il governo talebano in Afghanistan sta spingendo per il rilascio di miliardi di dollari nelle riserve della banca centrale mentre il paese colpito dalla siccità affronta una crisi di liquidità, fame di massa e una nuova crisi migratoria.

L’Afghanistan, insieme alla Federal Reserve statunitense e ad altre banche centrali in Europa, ha congelato miliardi di dollari in attività all’estero, ma quei soldi sono stati congelati da quando i talebani islamici hanno estromesso il governo appoggiato dall’Occidente ad agosto.

Un portavoce del ministero delle finanze ha affermato che il governo rispetta i diritti umani, compresa l’istruzione delle donne, perché ha cercato nuovi finanziamenti sugli aiuti umanitari, affermando che fornirebbe solo “piccoli soccorsi”.

Sotto il regime talebano dal 1996 al 2001, le donne sono state spesso espulse dal lavoro retribuito e dall’istruzione e di solito erano obbligate a venire con un parente maschio con il volto coperto quando uscivano di casa.

“Il denaro appartiene all’Afghanistan. Dacci i nostri soldi”, ha detto a Reuters il portavoce del ministero Ahmed Wali Hakmal. “Il congelamento di questo denaro è immorale e contro tutte le leggi e i valori internazionali”.

Un alto funzionario della banca centrale ha invitato i paesi europei, inclusa la Germania, a liberare la loro quota di riserve per evitare una recessione che potrebbe innescare migrazioni di massa verso l’Europa.

READ  Dow Jones Future Fall: risultati del rally del mercato azionario mentre Tesla cresce sempre

“La situazione è terribile e la quantità di denaro sta diminuendo”, ha detto a Reuters Shah Mehrabi, membro del consiglio di amministrazione della Banca centrale dell’Afghanistan. “C’è abbastanza per far andare avanti l’Afghanistan fino alla fine di quest’anno.

“Se questo denaro non raggiunge l’Afghanistan, l’Europa sarà duramente colpita”, ha detto Mehrabi.

“Avrai una doppia possibilità di non avere il pane e di non poterlo comprare. La gente sarà frustrata. Andranno in Europa”, ha detto.

La richiesta di aiuto arriva mentre l’Afghanistan affronta il crollo della sua debole economia. Quando le forze guidate dagli Stati Uniti e molti donatori internazionali si sono ritirati, tre quarti della spesa pubblica hanno lasciato il paese senza sussidi.

Il ministero delle finanze ha affermato che circa 400 milioni di afgani (4,4 milioni di dollari) sono stati tassati ogni giorno.

Sebbene le potenze occidentali vogliano evitare una catastrofe umanitaria in Afghanistan, si sono rifiutate di riconoscere ufficialmente il governo talebano.

Hakmal ha detto che l’Afghanistan permetterebbe alle donne di essere istruite, anche se non fossero nella stessa classe degli uomini.

Ha detto che i diritti umani sarebbero stati rispettati, ma nel quadro della legge islamica, i diritti omosessuali non sarebbero stati inclusi.

“LGPT … è contro la nostra legge della Sharia”, ha detto.

Mehrabi ha recentemente affermato che gli Stati Uniti non rilasceranno circa 9 miliardi di dollari nella parte del leone, ma spera che anche i paesi europei possano farlo.

Ha detto che la Germania ha mezzo miliardo di dollari in Afghanistan e che questo e altri paesi europei dovrebbero liberare quei fondi.

Mehrabi ha affermato che l’Afghanistan ha bisogno di 150 milioni di dollari ogni mese per “prevenire una crisi immediata”, aggiungendo che la valuta locale ei prezzi dovrebbero rimanere stabili e che qualsiasi transazione potrebbe essere monitorata da un revisore dei conti.

READ  Microsoft ha convinto molte persone a giocare ad Halo e Forza

“Se le riserve vengono congelate, gli importatori afgani non saranno in grado di pagare le loro esportazioni, le banche crolleranno, si verificherà una carenza di cibo e i negozi di alimentari saranno vuoti”, ha affermato Mehrabi.

Ha detto che la banca centrale riserva circa $ 431 milioni al debitore tedesco Commerzbank e circa $ 94 milioni alla banca centrale tedesca Bundesbank.

Anche l’International Solutions Bank, un gruppo ombrello per le banche centrali globali in Svizzera, ha circa 660 milioni di dollari. Tutti e tre hanno rifiutato di commentare.

I talebani hanno ripreso il potere in Afghanistan ad agosto, quasi 20 anni dopo gli attacchi dell’11 settembre 2001 agli Stati Uniti e l’espulsione degli islamisti da parte delle forze guidate dagli Stati Uniti.

Reporting aggiuntivo di Karin Strowhecker a Londra e James McKenzie a Islamabad; Scritto da John O’Donnell; Montaggio di Nick McPhee

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.