Ottobre 1, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

Dentifricio da 10 dollari? I produttori statunitensi di articoli per la casa devono affrontare una battuta d’arresto per gli aumenti dei prezzi

Dentifricio da 10 dollari?  I produttori statunitensi di articoli per la casa devono affrontare una battuta d'arresto per gli aumenti dei prezzi

Un’esposizione di dentifricio Colgate su uno scaffale di un negozio a Westminster, Colorado, 26 aprile 2009. REUTERS/Rick Wilking/Files

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

1 MARZO (Reuters) – Preparati per un tubetto di dentifricio da 10 dollari.

Colgate-Palmolive Co (CL.N) Il CEO Noel Wallace ha dichiarato la scorsa settimana in una conferenza del settore che il produttore di articoli per la casa vede il suo nuovo dentifricio Optic White Pro Series come un prodotto premium “vitale” per la sua capacità di aumentare i prezzi, il che aiuterà a guidare la crescita degli utili quest’anno.

I suoi commenti arrivano poiché molte aziende di prodotti di consumo aumentano i prezzi il più possibile per compensare l’aumento dei costi, una tendenza che potrebbe continuare a causa del conflitto tra Russia e Ucraina, i cui rischi economici includono l’aumento dei prezzi della benzina. Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Finora, i rivenditori e i consumatori sembrano in gran parte imperturbati dai prezzi più elevati. Ma alcuni legislatori e sostenitori dei consumatori sostengono che le aziende aumentano i prezzi in modo eccessivo per aumentare i profitti e restituire denaro agli azionisti.

“Stiamo assistendo a enormi aumenti di prezzo su quasi tutti gli articoli acquistati dai consumatori”, ha affermato il rappresentante degli Stati Uniti David Cicilline, che sta lavorando alla proposta di legislazione antitrust volta ad abbassare i prezzi. “Essi rappresentano delle vere difficoltà. Le persone tirano fuori le cose dai loro carrelli della spesa perché sono costose”.

In passato, i principali rivenditori come Walmart Inc (WMT.N) Ritiro dall’aumento dei prezzi. Ma ora rivenditori come Walmart e Target Corp

READ  Cosa significa per te l'aumento del tasso della Fed

Target ha affermato martedì in una chiamata agli utili che gli aumenti dei prezzi sono l’ultima leva che tira di fronte all’aumento dei costi. Per saperne di più

Negli ultimi tre mesi, la Federal Trade Commission degli Stati Uniti ha indagato sui prezzi estremamente elevati e sulle interruzioni della catena di approvvigionamento, richiedendo ad aziende come Procter & Gamble e Kraft Heinz Co. (KHCO)Kroger Corporation (KRN) e Walmart per fornire documenti interni relativi a margini di profitto, prezzi e promozioni.

I commenti sull’inchiesta scadono il 14 marzo e finora sembrano piccoli droghieri arrabbiati per dover pagare di più e ottenere prodotti meno importanti. I consumatori hanno scritto di non essere in grado di trovare farina d’avena, cereali e cibo per gatti.

In un’intervista con Reuters, Cecilene ha citato Colgate come esempio di azienda che promuove aumenti dei prezzi, rende costosi gli articoli di base e paga di più agli investitori.

Colgate prevede che i suoi margini di profitto aumenteranno quest’anno, in parte a causa dell’aumento dei prezzi. L’anno scorso ha anche riacquistato quasi un ulteriore 50% delle azioni, il che è un vantaggio per gli investitori.

Wallace ha affermato la scorsa settimana che l’aumento dei prezzi è stata una “capacità chiave” per Colgate che aiuterebbe a guidare la crescita degli utili.

Un portavoce della Colgate ha dichiarato in una dichiarazione che la società ha una vasta gamma di prodotti a prezzi variabili e ha descritto il nuovo dentifricio da $ 10 come il primo a contenere il 5% di perossido di idrogeno, con “provata efficacia sbiancante per i denti”.

Le aziende di beni di consumo lo scorso anno hanno iniziato ad aumentare i prezzi in risposta all’aumento dei costi delle materie prime e alla carenza di manodopera a causa della pandemia. Per saperne di più

READ  La Shell si scusa per l'acquisto di petrolio russo e ne annuncia il ritiro graduale

“C’è un appetito incredibile per i nostri prodotti”, ha affermato Katie Dennis, portavoce del Consumer Brands Consortium, un gruppo commerciale per aziende di beni di consumo confezionati tra cui Colgate. “Produciamo le necessità. Non c’è alcuna opzione per non consegnare.”

Gli analisti hanno affermato che i prezzi sono aumentati anche per i prodotti di marca privata rivali.

La Casa Bianca punta ai profitti aziendali mentre combatte l’inflazione. Bharat Ramamurti, vicedirettore del Consiglio economico nazionale della Casa Bianca, ha affermato che ci sono esempi di aziende al di fuori del settore del confezionamento della carne – che sono state particolarmente nel mirino della Casa Bianca – che hanno aumentato i prezzi oltre i propri costi di imbarco. Per saperne di più

Lindsey Owens, CEO di Groundwork Collaborative, un’organizzazione senza scopo di lucro progressiva, ha classificato i pannolini come una categoria con poca concorrenza, ponendo le basi per forti aumenti dei prezzi.

Kimberly Clark Company (KMB.N) I margini sono stati influenzati nel 2021 a causa dei maggiori costi. I dirigenti hanno dichiarato in una conferenza la scorsa settimana che il produttore di pannolini Huggies scommette che i consumatori acquisteranno opzioni costose realizzate con materiali a base vegetale, aiutando a recuperare i propri profitti.

I dirigenti di P&G hanno dichiarato la scorsa settimana che si aspettano che i margini continuino a migliorare man mano che i prezzi più alti colpiscono i negozi. La società prevede inoltre di riacquistare più azioni di quanto originariamente previsto. Per saperne di più

Grafica Reuters

“Molte aziende stanno approfittando della crescente domanda dei consumatori per continuare ad aumentare i prezzi quando non è necessario”, ha affermato Jack Gillis, direttore esecutivo della Consumer Federation of America, un gruppo di interesse dei consumatori senza scopo di lucro. “Finché i consumatori sono disposti a pagare questi prezzi, non vi è alcun incentivo ad abbassarli”.

(Reportage di Jessica DiNapoli a New York; Montaggio di Leslie Adler e Andrea Ricci

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.