Gennaio 18, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

È difficile trovare buoni auspici mentre si aprono i colloqui globali sul clima

  • COP26 mira a proteggere da misure drastiche per ridurre le emissioni di CO2
  • La conferenza inizierà con i discorsi nel pomeriggio
  • Il vertice del G20 nel fine settimana non è riuscito a dare un tono favorevole alla COP26
  • Thunberg esorta i leader: “Ora affronta l’emergenza climatica”

Glasgow, 1 novembre (Reuters) – Le Nazioni Unite hanno chiesto la fine degli effetti catastrofici del cambiamento climatico. I leader mondiali hanno iniziato ad arrivare alla conferenza lunedì e la loro sfida è stata ulteriormente minacciata dal fallimento delle principali nazioni industrializzate nell’accettare nuovi ambiziosi impegni.

La conferenza COP26 prende il via nella città scozzese di Glasgow il giorno dopo che le economie del G20 non sono riuscite a raggiungere il loro obiettivo per il 2050 di ridurre le emissioni nette di carbonio, ampiamente citata come la scadenza necessaria per prevenire il riscaldamento globale più grave.

Al contrario, i loro colloqui a Roma hanno riconosciuto solo la “misura chiave” per fermare le emissioni nette “entro la metà del secolo”, non fissando un calendario per le emissioni di carbone in casa e diluendo le promesse di ridurre più volte le emissioni di metano e gas serra. . Più potente dell’anidride carbonica.

L’attivista svedese Greta Dunberg ha chiesto a milioni di suoi sostenitori di firmare una lettera aperta.

“Come cittadini di tutto il mondo, vi esortiamo ad affrontare le emergenze climatiche”, ha twittato. “Non l’anno prossimo. Non il mese prossimo. Adesso.”

Molti di quei leader stanno salendo sul palco per difendere i loro record a Glasgow lunedì, e in alcuni casi offrono nuove promesse all’inizio delle trattative di due settimane che la Gran Bretagna, che ospita la conferenza, sta fatturando Mac o Break.

READ  La nuova variante Govt-19 spinge questi paesi a imporre restrizioni di viaggio

“L’umanità ha lavorato a lungo sul cambiamento climatico. È mezzanotte e un minuto e ora dobbiamo agire”, ha detto il primo ministro britannico Boris Johnson alla cerimonia di apertura, secondo le osservazioni precedenti.

“Se non prendiamo sul serio il cambiamento climatico oggi, sarà troppo tardi per i nostri figli domani”.

Discordia

Carbone, petrolio e gas e Aiuta i paesi poveri In linea con il riscaldamento globale, il compito non sarà facile.

Nel G20, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha isolato Cina e Russia, che non hanno mandato il loro leader a Glasgow e non hanno presentato proposte al tavolo.

Jack Sullivan, consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti sul volo dell’Air Force One con Python, ha affermato che Glasgow potrebbe esercitare pressioni su coloro che non stanno ancora accelerando, ma ciò non porrebbe fine allo sforzo globale.

“È molto importante riconoscere che tutti dovrebbero continuare a lavorare dopo essere tornati a casa”, ha detto ai giornalisti.

Il presidente cinese Xi Jinping, che sta guidando il Paese nelle emissioni di gas serra e negli Stati Uniti, parlerà alla conferenza in una dichiarazione scritta lunedì, secondo il programma ufficiale.

Il presidente Vladimir Putin Il Cremlino afferma che la Russia, uno dei primi tre produttori mondiali di petrolio, ha abbandonato i piani per partecipare a qualsiasi colloquio diretto con gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita tramite collegamento video. Per saperne di più

Anche il presidente turco Tayyip Erdogan si dimetterà. Due funzionari turchi hanno affermato che la Gran Bretagna non si è incontrata Le richieste di Ankara Disposizioni e protocolli di sicurezza. Per saperne di più

Promesse, promesse

READ  I leader mondiali si sono impegnati a porre fine alla deforestazione entro il 2030

Con un anno di ritardo a causa dell’epidemia di COVID-19, la COP26 mira a mantenere vivo l’obiettivo di controllare il riscaldamento globale al di sopra di 1,5 gradi Celsius (2,7 Fahrenheit). Livelli preindustriali – Un livello secondo gli scienziati può evitare le sue conseguenze più devastanti.

Per farlo, deve essere ulteriormente protetto Impegni ambiziosi Ridurre le emissioni, chiudere miliardi di finanziamenti legati al clima per i paesi in via di sviluppo e completare i termini di attuazione dell’accordo di Parigi del 2015, firmato da quasi 200 paesi.

Le Nazioni Unite affermano che gli attuali impegni per ridurre le emissioni consentiranno alla temperatura superficiale media del pianeta di salire a 2,7 ° C in questo secolo, il che aggraverà la devastazione causata da tempeste già intensificate, calore mortale e inondazioni e aumento del livello del mare. E distrugge gli habitat naturali.

I paesi sviluppati hanno confermato la scorsa settimana che ci sarebbe stato un ritardo di tre anni nell’adempimento della promessa del 2009 di fornire 100 miliardi di dollari l’anno in aiuti per il clima ai paesi in via di sviluppo entro il 2020. Per saperne di più

“L’Africa è responsabile solo del 3% delle emissioni globali, ma gli africani stanno vivendo gli effetti più devastanti della crisi climatica”, ha dichiarato l’attivista ugandese Evelyn Assam al quotidiano italiano La Stampa.

“Non sono responsabili della crisi, ma pagano ancora il prezzo del colonialismo, che ha sfruttato la ricchezza dell’Africa per secoli”, ha detto. “Dobbiamo condividere le responsabilità in modo equo”.

I colloqui di due giorni dei leader mondiali, che inizieranno lunedì, saranno seguiti da colloqui tecnici. Nessun accordo può essere stipulato o dopo la data di scadenza dell’evento del 12 novembre.

READ  Due missionari sono stati rilasciati dopo un rapimento di gruppo ad Haiti

Relazione di Elizabeth Piper e Jeff Mason; Scritto da Mark John e Kevin Liffey; Montaggio di Barbara Lewis

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.