Novembre 26, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

‘Elezioni del gioco del calamaro’: la campagna della Corea del Sud diventa brutta

'Elezioni del gioco del calamaro': la campagna della Corea del Sud diventa brutta

Seoul, Corea del Sud (AFP) – La corsa tra due dei principali candidati alla presidenza della Corea del Sud Ha assistito a livelli senza precedenti di retorica tossica, diffamazione e cause legali.

Quanto è brutto?

“Hitler”, “la bestia” e “parassita” sono alcuni degli insulti eclettici diretti da entrambi i campi. Alcuni lo chiamano persino “Squid Game Election”, un riferimento al dramma di sopravvivenza di Netflix che ha il potere di uccidere dove le persone vengono uccise se perdono i giochi dei bambini.

E per quanto riguarda le scommesse? È diffusa la speculazione che il perdente verrà catturato.

“È un’elezione presidenziale orribile quando il contendente perdente rischia la reclusione. Per favore, sopravvivi a questa lotta nel fango!”, ha scritto su Facebook il politico dell’opposizione Hong Jun Pyo.

Pochi giorni prima delle elezioni di mercoledì, Lee Jae Myung del Partito Liberal Democratico al governo e Yoon Seok Yeol Dal Partito del potere popolare, il principale partito di opposizione, è in una corsa intensa.

Le loro campagne negative stanno esacerbando una già netta divisione politica in Corea del Sud in un momento in cui si trova ad affrontare un’economia maltrattata ed epidemica, bilanciando il suo principale alleato, Washington, e il suo più grande partner commerciale, la Cina, e una serie di minacce. e test sulle armi della rivale Corea del Nord.

I sondaggi mostrano che entrambi i candidati hanno più critiche dei sostenitori.

“Il nostro futuro nazionale non è così cupo con un’elezione presidenziale amare e amare che richiede la scelta del minore dei due mali?” “Dong-a Ilbo”, un quotidiano ampiamente diffuso, ha detto in un editoriale.

Yun Li ha criticato per i suoi possibili collegamenti con il presunto scandalo per lo sviluppo del territorio. Lee ha negato qualsiasi legame con lui e, a sua volta, ha tentato di collegare Yoon allo stesso scandalo, criticandolo separatamente per il suo presunto legame con lo sciamanesimo, un’antica credenza religiosa indigena.

READ  Le immagini satellitari mostrano una nuova fase della preparazione militare russa

Ci sono state anche aggressioni alle mogli dei candidati e ognuna ha dovuto scusarsi per scandali separati.

Yoon ha descritto il partito di Lee come “Hitler” e “Mussolini” mentre un aiutante ha definito “parassiti” i presunti aiutanti di Lee. Gli alleati hanno definito Lee Yun una “bestia”, un “dittatore” e una “scatola vuota” e hanno deriso il presunto intervento di chirurgia plastica di sua moglie.

I loro gruppi elettorali e sostenitori hanno intentato dozzine di azioni legali per diffamazione e diffusione di informazioni false, tra gli altri casi.

“Le elezioni presidenziali di quest’anno sono state più offuscate da una campagna negativa rispetto a qualsiasi altra elezione precedente e l’odio reciproco non svanirà facilmente dopo le elezioni”, ha affermato Choi Jin, direttore del Presidential Leadership Institute con sede a Seoul.

Tra le faglie dell’elettorato ci sono le rivalità regionali in Corea del Sud, le opinioni sulla Corea del Nord, i conflitti intergenerazionali, la disuguaglianza economica e le questioni relative ai diritti delle donne.

Yeon è più popolare tra gli elettori più anziani e quelli nella regione sud-orientale di Gyeongsangnam, da dove provenivano ex leader conservatori e autoritari. I suoi sostenitori di solito sostengono un’alleanza militare più forte con gli Stati Uniti e una linea più dura sulla Corea del Nord, e attribuiscono ai precedenti governanti autoritari il rapido sviluppo dell’economia dopo la guerra di Corea.

Lee ha più sostegno dai giovani e dalla provincia di Jeolla, la rivale di Gyeongsang nel sud-ovest. I suoi sostenitori in genere vogliono un piano di parità nelle relazioni con gli Stati Uniti e il riavvicinamento con la Corea del Nord, mentre criticano aspramente i record sui diritti umani dei precedenti governanti autoritari.

READ  La Cina chiede notizie sul coordinamento sino-russo sulle notizie false in Ucraina

Con uno sviluppo notevole, diversi sondaggi hanno mostrato che Yoon aveva indici di approvazione maggiori rispetto a Lee da parte di elettori di età compresa tra 18 e 29 anni, la maggior parte dei quali è nata dopo che la Corea del Sud è diventata un paese sviluppato.

Non hanno sperimentato povertà e dittature. Sono molto critici nei confronti della Cina e della Corea del Nord e hanno sentimenti amichevoli nei confronti degli Stati Uniti e del Giappone, ha affermato Park Sung-min, presidente della MIN, una società di consulenza politica con sede a Seoul.

Le profonde divisioni in Corea del Sud si riflettono nei problemi dei tre precedenti leader. I loro sostenitori affermano che le ampie indagini sulla corruzione dopo che hanno lasciato l’incarico sono state motivate politicamente dai loro oppositori.

Durante un’indagine sulla corruzione con la sua famiglia, l’ex presidente liberale Roh Moo-hyun è saltato alla morte nel 2009, un anno dopo aver lasciato l’incarico. Il suo successore, il governatore Lee Myung-bak, e il successore conservatore di Lee, Park Geun-hye, sono stati condannati separatamente per una serie di crimini, inclusa la corruzione, e sono stati condannati a lunghe pene detentive dopo che l’amico di Roh e attuale presidente Moon Jae-in è entrato in carica nel 2017.

Park è stato graziato a dicembre, ma Lee sta ancora scontando una pena detentiva di 17 anni.

Il governo di Moon ha subito un duro colpo con uno scandalo che ha coinvolto l’ex ministro della giustizia e collaboratore stretto di Moon, Cho Kok. Si presume che Cho e i suoi familiari siano coinvolti in crimini finanziari e abbiano falsificato credenziali per aiutare la figlia di Cho a entrare nella scuola di medicina.

Chu era visto come un candidato alla presidenza riformista e potenzialmente liberale. I primi tentativi di Moon di mantenere Chu in carica hanno diviso l’opinione pubblica, con i suoi critici che chiedevano le dimissioni di Chu ei suoi sostenitori si sono schierati dalla sua parte durante le grandi proteste di strada.

READ  In una rivalità con Putin, il tedesco Schulz mostra uno stile più deciso

Yoon originariamente ha lavorato come procuratore generale di Moon e ha condotto indagini sui precedenti governi conservatori. Ma alla fine ha lasciato il governo di Moon e si è unito all’opposizione l’anno scorso dopo che una lite con gli alleati di Moon sulla questione Cho lo ha aiutato a emergere come un potenziale sfidante presidenziale.

L’affare Cho è stato un punto di svolta nella politica sudcoreana. “Ha nominato Yoon un candidato presidenziale e molti tra i venti ei trent’anni si sono rivolti a sostenere Moon”, ha detto Choi, direttore dell’istituto.

Durante un recente dibattito televisivo, Yoon e Lee hanno deciso di non condurre indagini politicamente motivate contro l’altra parte se vincessero. Ma alcuni dubitano della loro sincerità.

In un’intervista a un giornale il mese scorso, Yoon ha affermato che, se eletto, il suo governo avrebbe indagato su possibili illeciti del governo Moon e anche sullo scandalo dello sviluppo del territorio a cui Lee sarebbe collegato.

Quando il governo Moon ha condotto indagini su larga scala sui precedenti governi conservatori, Lee ha affermato che sono necessari per sradicare “i mali e l’ingiustizia profondamente radicata”.

Cho Jinman, professore alla Dokseong Women’s University di Seoul, ha affermato che il nuovo presidente dovrebbe esercitare moderazione e calma per chiedere vendetta politica da parte dei sostenitori della linea dura.

“Ora abbiamo una corsa alle elezioni come un gioco Squid, ma sarà responsabilità del nuovo presidente tirarci fuori”, ha detto.

___

Lo scrittore dell’Associated Press Kim Tong-hyung ha contribuito a questo rapporto.