Maggio 16, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

Gli Stati Uniti aggiungono i siti di e-commerce gestiti da Tencent e Alibaba all’elenco dei “mercati famosi”

Gli Stati Uniti aggiungono i siti di e-commerce gestiti da Tencent e Alibaba all'elenco dei "mercati famosi"

17 febbraio (Reuters) – Siti di e-commerce gestiti dalla cinese Tencent Holdings Ltd (0700.HK) Alibaba Group Holding Ltd. (9988.HK) È stato incluso nell’ultimo elenco di “mercato famigerato” del governo degli Stati Uniti, ha affermato giovedì l’ufficio del rappresentante commerciale degli Stati Uniti.

L’elenco identifica 42 mercati online e 35 fisici che sono stati segnalati per aver partecipato o agevolato significative contraffazioni di marchi o pirateria dei diritti d’autore.

“Ciò include l’identificazione per la prima volta di AliExpress e dell’ecosistema di e-commerce WeChat, due importanti mercati online con sede in Cina che, secondo quanto riferito, facilitano una significativa contraffazione dei marchi”, ha affermato USTR in una nota.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Anche i mercati online con sede in Cina Baidu Wangban, DHGate, Pinduoduo e Taobao rimangono parte dell’elenco, insieme a nove mercati fisici situati in Cina che sono “famosi per la produzione, la distribuzione e la vendita di merci contraffatte”, ha affermato l’ufficio.

Alibaba ha affermato che continuerà a collaborare con le agenzie governative per affrontare i problemi di protezione della proprietà intellettuale sulle sue piattaforme.

Tencent ha affermato di essere fortemente in disaccordo con la decisione ed è stato “impegnato a lavorare in modo collaborativo per risolvere la questione”. Ha aggiunto che monitora, scoraggia e agisce efficacemente in caso di violazioni sulle sue piattaforme e ha investito risorse significative nella protezione dei diritti di proprietà intellettuale.

READ  Ikea e H&M in Russia

La quotazione in lista è un duro colpo per la reputazione delle aziende ma non comporta sanzioni dirette.

Gli organismi del settore, tra cui l’American Apparel and Footwear Association (AAFA) e la Motion Picture Association, hanno accolto con favore la pubblicazione del rapporto del rappresentante commerciale degli Stati Uniti.

L’ufficio degli Stati Uniti ha affermato in un rapporto separato pubblicato mercoledì che gli Stati Uniti devono perseguire nuove strategie e aggiornare gli strumenti del commercio interno per affrontare le “politiche e pratiche non di mercato guidate dallo stato” della Cina.

Gli Stati Uniti e la Cina sono da anni coinvolti in tensioni commerciali su questioni come tariffe, tecnologia e proprietà intellettuale, tra gli altri.

Gli Stati Uniti hanno affermato che la Cina non ha rispettato alcuni impegni previsti dal cosiddetto accordo commerciale di “fase 1” firmato dall’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump. Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

È stato segnalato da Kanishka Singh a Bengaluru; Montaggio di Sandra Mahler e Lincoln Fest.

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.