Gennaio 18, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

Jason Garrett è stato sollevato dal suo ruolo di coordinatore degli attacchi dei Giants

East Rutherford, NJ – La decisione dei Giants di avanzare dal coordinatore degli attacchi Jason Garrett ha comportato una serie di problemi, ma è stata presa per una ragione fondamentale.

“Penso che dobbiamo essere più produttivi come un crimine”, ha detto l’allenatore Joe Judge, che ha l’ultima parola nel mix del suo staff. “In generale, il compito dell’attacco è ottenere punti. Non credo che stiamo ottenendo abbastanza punti. È mio compito come allenatore assicurarmi di dare ai nostri giocatori l’opportunità di uscire e giocare”.

I Giants, che persero 30-10 contro i Tampa Bay Buccaneers al Raymond James Stadium, furono espulsi il giorno successivo per il punteggio più basso della stagione. I Giants hanno anche realizzato 2021 nodi in yard totali (215), primi down (15), tempo di possesso (24:21) e cambi di terzo down (uno). Non hanno atterrato su un drive di più di cinque yarde. Solo uno dei loro 54 giochi ha segnato più di 16 yard.

I 3-7 Giants hanno sette partite da giocare domenica contro i Philadelphia Eagles. Il giudice non dirà chi chiamerà i giochi, ma Freddie Kitchens, un assistente attaccante senior che era responsabile del coordinatore dei Cleveland Browns per le ultime otto partite della stagione 2018 ed era il loro capo allenatore due anni fa, è un candidato .

“Avremo a che fare con il crimine a livello nazionale”, ha detto il giudice.

In che modo il crimine può essere diverso da quello che era sotto Carret?

“Dobbiamo vedere che abbiamo messo insieme un piano che vada avanti”, ha detto il giudice. “Ovviamente, faremo alcune cose, l’obiettivo è ottenere più punti, più produttività, quindi parleremo con gli Eagles a questo punto stasera, soprattutto in termini di pianificazione del gioco, e vedremo come sarà. Foglio di chiamata insieme.”

Se il quarterback, i ricevitori e la linea di attacco rimangono invariati, è una questione aperta se cambiare i coordinatori migliorerà l’efficacia dell’attacco.

“Il mio lavoro come capo allenatore è assicurarmi di dare ai nostri giocatori le migliori possibilità di andare lì e vincere”, ha detto il giudice. “Ci saranno molti degli stessi giocatori, sono ancora elementi del playbook. Vedremo emergere nuovi riassunti e nuovi progetti e idee che verranno aggiunti. A questo punto, quello che stiamo facendo è che non ne abbiamo abbastanza punti. “

Il giudice non ha risposto direttamente alla domanda se sarebbero state apportate modifiche al personale in seguito alla prestazione della squadra a Tampa.

“Abbiamo molte cose da sistemare e migliorare”, ha detto. “Vedi il nastro, puoi sempre costruire alcune cose buone, e ci sono così tante cose che devi vedere, identificare e dire: ‘Beh, Philadelphia sta guardando perché questo è qualcosa che dobbiamo sistemare rapidamente e riparare lo stesso nastro oggi e sfrutteranno le loro debolezze. Il lavoro è aggiustarlo e assicurarsi che non veniamo sfruttati. Vedremo come andrà, ma voglio che tutti abbiano la possibilità di competere per il momento . “

“Come persona e come allenatore ho molto rispetto per Jason”, ha detto il giudice. “Era una grande risorsa per me come giovane allenatore. Ha aiutato il nostro sviluppo qui. Ha costruito relazioni molto forti con altri staff e giocatori nell’edificio. Ha lavorato duramente per mettere la squadra al primo posto. Ho molto rispetto e apprezzamento per tutto quello che ha fatto per noi. Prendo ogni decisione in base a ciò che è meglio per la squadra”.

Ha sottolineato di aver preso in considerazione il cambiamento prima della partita di ieri sera – anche se la scelta della squadra di non farlo all’inizio della settimana – ha detto che non è stata una “decisione immediata” e “niente di bollente”.

Ma poiché l’offesa dei giudici si è dispersa per la maggior parte della stagione, il giudice sta lentamente traboccando. La squadra è al 25esimo posto nella NFL con una media di 18,9 punti a partita. I Giants hanno segnato meno di 20 punti cinque volte e non raggiungono i 30 punti in 37-34 sconfitte a Dallas dall’11 ottobre 2020; Dopo le 24 corse di Jacksonville, la loro serie di 21 partite con meno di 30 punti è la seconda più lunga della lega.

I Giants sono ultimi nella NFL con 44,4 percentuali di touchdown nella zona rossa (12 TD su 27 viaggi su 20).

Sono 23° in una partita (322,8), 25° in yard corse (92,9) e 19° in yard passate (229,9). Nel 2020, in qualità di coordinatore della prima stagione di Garrett, i Giants furono 31st per yard totali a partita (299,6), 19 di fretta (110,5, Saguan Barclay mancò quasi l’intera stagione) e 29th di passaggio (189,1).

“Penso che una stagione non sia il momento migliore per fare un cambiamento come questo”, ha detto il giudice. “Devi andare avanti e devi essere pronto a giocare, dobbiamo sempre adattarci ai giocatori. Qualunque cosa sia che perdiamo giocatori significativi per infortunio o piano di gioco, dobbiamo continuare a fare cambiamenti e continuare a muoverci “Spiego continuamente agli allenatori, gente. Mi aspetto che la pianificazione del gioco venga affrontata dal punto di vista di un coordinatore in modo che possano comprendere il quadro più ampio e contribuire di più a ciò che sta accadendo dentro di loro.

“Quando Pie entra nella settimana, abbiamo giocato tre partite, come squadra pensavo, avremmo progredito nel complesso. Voglio assicurarmi di continuare a muoverci nella giusta direzione. Ancora una volta, non si basa su una decisione rapida o reazione ieri sera, ma dobbiamo fare alcune mosse per cambiare parte della nostra colpa, essere più efficaci e finalmente ottenere più punti”.