Giugno 25, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

La Camera ha approvato un nuovo piano per il tetto del debito dopo che McConnell ha stretto un accordo con i Democratici

Martedì il consiglio ha fatto il primo passo nell’attuazione del piano votando per approvare una nuova legge che fissa il processo del limite di credito. Il voto finale è stato 222-212. Il rappresentante del GOP dell’Illinois Adam Kinsinger è stato l’unico repubblicano a votare per il disegno di legge, insieme ai democratici.

Il provvedimento ora deve essere preso dal Senato.

La nuova legge, se avanzata di 60 voti al Senato, creerebbe un processo rapido temporaneo per consentire ai Democratici del Senato di agire da soli per aumentare il limite di credito di 51 voti. La legge stabilisce che il Congresso deve specificare l’esatto importo in dollari del nuovo limite del debito nazionale: 30 trilioni di dollari a nord. Il processo rapido scade dopo il 15 gennaio.

Sottolinea come la ginnastica legale per evitare il default, in particolare i repubblicani, sia interessata a evitare sia il disastro economico che il contraccolpo politicamente tossico per aumentare il limite di prestito.

Dal momento che ci vogliono 60 voti per rompere un Philippe al 50-50 del Senato, sono necessari 10 voti del GOP per far avanzare qualsiasi nuova legislazione. McConnell spera che i repubblicani voteranno per creare un nuovo processo sul tetto del debito, invece di aumentare il tetto del debito, ma Affronta il rifiuto di alcuni suoi colleghi Chi crede che si arrenderà troppo presto per i Democratici.

“Non credo che ci saranno 10 voti repubblicani per consentire ai democratici di aumentare il tetto del debito”, ha affermato il senatore GOP della Carolina del Sud. ha detto Lindsay Graham.

L’accordo di McConnell equivaleva a un brusco cambiamento dalla sua posizione quando insisteva sul fatto che i Democratici usassero il lungo processo di compromesso sul budget per aumentare il tetto del debito. Dopo che i Democratici si sono rifiutati, il leader del GOP ha finalmente proposto un accordo a breve termine per aumentare il limite di prestito a due mesi, dopo di che il presidente Joe Biden ha detto che non poteva cercare la cooperazione repubblicana nel prossimo conflitto.

Ma poiché la fortuna repubblicana aumenta nelle elezioni suppletive del 2022, l’astuto leader del GOP è più interessato a perseguire l’agenda di Biden che a incitare una rivolta elettorale alle urne.

READ  Il responsabile della comunicazione per i genitori di Facebook ha lasciato l'azienda

Sebbene il nuovo processo sarà più veloce rispetto all’utilizzo della riconciliazione, imposta uno sforzo in più fasi più complesso.

Secondo il piano, sia la Camera che il Senato dovrebbero prima approvare un disegno di legge per creare un processo una tantum che consentirebbe ai Democratici del Senato di operare separatamente sul limite di credito. Dopo di ciò, Camera e Senato dovrebbero effettivamente prendere una seconda serie di voti per aumentare il limite di credito.

La nuova legge, che sarà prima adottata dalla Camera, sarà incorporata nel disegno di legge più popolare per evitare tagli all’assicurazione medica, rendendo più facile da digerire il disegno di legge sul processo rapido.

La nuova procedura garantirà che la legge sul tetto del debito non possa essere modificata e sarà immediatamente esaminata dal Senato. La discussione è durata solo 10 ore. Dopo l’approvazione, il limite di credito sarà trasmesso al Consiglio.

McConnell ha predetto martedì che il Senato avrà abbastanza sostegno da parte del GOP per approvare il disegno di legge.

“Spero che questa pratica particolare di evitare i tagli all’assicurazione sanitaria raggiunga un sostegno sufficiente da parte dei repubblicani per eliminare il limite dei 60 voti”, ha affermato.

McConnell ha anche respinto l’idea che mediando un accordo sul limite di credito con i Democratici per prevenire le insolvenze, i Repubblicani avrebbero cambiato la loro precedente posizione secondo cui i Democratici non avrebbero aiutato ad affrontare il problema.

“La linea rossa rimane la stessa. La linea rossa è una maggioranza semplice per te, un voto sulla linea del partito sul tetto del debito. Finiremo qui”, ha detto.

Le facce di McConnell spingono sul piano

McConnell ha spiegato al suo Caucaso a porte chiuse il suo accordo con i Democratici. Mentre costringeva i Democratici a “possedere” l’aumento del tetto del credito, il presidente del GOP del Senato in particolare ha affrontato critiche sui piani per creare un meccanismo speciale per aumentare il limite di prestito. Secondo i senatori che hanno partecipato al pranzo. Inoltre, è stato criticato il fatto che il piano sarebbe stato trasformato in un disegno di legge per prevenire tagli automatici all’assicurazione medica, quindi il voto contro il piano potrebbe essere classificato come un voto per imporre tagli verticali al piano per i diritti popolari.

READ  Esplorare mondi misteriosi in "The Hunt for Planet B"

“C’è molta preoccupazione… ‘No’ è un voto negativo e ‘sì’ è un voto sbagliato”, ha detto il senatore Kevin Kramer del Partito Repubblicano del North Dakota.

Kramer ha detto di aver detto al presidente che sarebbe “meglio avere un piano per il voto di 40 repubblicani”, come aumentare il tetto del debito, piuttosto che “assegnare” 10 senatori del GOP.

McConnell ha difeso il piano “molto con calma, intellettualmente, onestamente”, ha detto Kramer.

Kramer ha aggiunto: “Voglio dire, ‘no’ è la spiegazione più semplice per tutto. E molte persone spiegano ‘no’ bene, in modo davvero credibile. Ma non aumenta il tetto del debito”.

I maggiori repubblicani del Senato lo sostengono

Ma i maggiori repubblicani del Senato, con il sostegno di McConnell martedì, hanno segnalato che i democratici sostengono un piano per creare un processo legislativo rapido che potrebbe aumentare il tetto del debito senza voti del GOP.

McConnell ha informato il suo team di leadership al Campidoglio a mezzogiorno e molti hanno detto che avrebbero sostenuto l’accordo, anche se alcuni hanno espresso riluttanza all’idea che cresce lunedì.

Hanno sottolineato di aver incluso le loro tre priorità principali nel piano su questo tema: i democratici devono approvare l’aumento di un certo importo in dollari per se stessi, che consentirebbe una più rapida considerazione del terreno e che eviterebbe un dannoso default.

Il capo repubblicano John Dune del South Dakota ha affermato di sostenere l’approccio, sostenendo che i democratici dovrebbero “possedere questa enorme quantità di debito per far fronte a tutte le nuove spese che vogliono fare”.

“Il partito di maggioranza deve votare per aumentare il debito ei Democratici lo sanno e sono pronti a farlo”, ha detto Tune. “Vogliono possedere questo massiccio aumento del debito per far fronte a tutte le nuove spese che vogliono fare e … pensiamo che questo sia il modo giusto per gestirlo”.

READ  Secondo quanto riferito, Benjamin Netanyahu è vicino a negoziare un'indagine sulla corruzione Benjamin Netanyahu

“Sosterrò i Democratici nell’innalzare il tetto del debito senza alcun voto repubblicano”, ha detto Sen, un repubblicano del Texas. John Cornin ha detto di aver già delineato il piano prima che fosse completamente dettagliato lunedì. “Consegue l’obiettivo dei Democratici di aumentare il tetto del debito e renderli politicamente responsabili del pagamento del debito”.

Sen. del Partito Repubblicano del Missouri. Lunedì Roy Blunt era scettico sulla proposta, sottolineando che avrebbe potuto votarla.

“Vedremo cosa diranno i membri e mi aspetto che si possa fare”, ha detto.

Blunt ha affermato che sarebbe stato saggio spostare il processo di prestito dal National Security Accreditation Act, poiché i leader inizialmente avevano pianificato di incorporarlo perché i repubblicani che desideravano sostenere il disegno di legge della difesa avrebbero potuto votare “no” perché include il linguaggio del credito.

Un membro della leadership del GOP sembrava essere molto scettico sulla proposta, che potrebbe essere condivisa da diversi repubblicani di base.

Sen. del Partito Repubblicano dell’Iowa. Quando gli è stato chiesto se Johnny Ernst avrebbe sostenuto l’idea, ha detto: “Vedremo. Vediamo cosa succede”.

Il senatore GOP dell’Idaho Mike Krabo ha affermato di avere “preoccupazioni” sul piano del limite di credito, ma non ha spiegato cosa fossero o come avrebbe votato.

Senato repubblicano del Texas. Ted Cruz ha criticato il piano definendolo “ingannevole”.

“Stanno cercando di forzare questo nuovo trucco, ma alla fine i democratici hanno il potere legale di usare la riconciliazione per aumentare il limite di credito”, ha detto alla CNN. Proposta. “Possono farlo solo con voti democratici, ma cercano costantemente di impegnarsi in giochi politici. I repubblicani devono votare per il debito che stanno riscuotendo”.

Alla domanda se sia stato sbagliato tagliare il contratto di McConnell, Cruz ha detto: “Non credo che dovremmo fare giochi pratici”. “I democratici hanno la capacità di aumentare il tetto del debito”, ha detto, aggiungendo che “dovrebbero farlo senza il coinvolgimento dei repubblicani”.

La storia e il titolo sono stati aggiornati martedì con ulteriori miglioramenti.

Melanie Sanona e Ali Saslov della CNN hanno contribuito al rapporto.