Agosto 13, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

La Cina ha bloccato una città di 9 milioni di persone in mezzo a un nuovo aumento del numero di casi

La Cina ha bloccato una città di 9 milioni di persone in mezzo a un nuovo aumento del numero di casi

PECHINO (AFP) – La Cina venerdì ha ordinato il blocco di 9 milioni di residenti della città nord-orientale di Changchun a causa di un nuovo picco di casi di COVID-19 nella regione attribuibile alla variante altamente contagiosa dell’omicron.

Ai residenti viene chiesto di rimanere a casa, con un membro della famiglia autorizzato a comprare cibo e altre necessità ogni due giorni. Tutti i residenti devono essere sottoposti a tre cicli di test di massa, mentre le attività non essenziali sono state chiuse e i collegamenti di trasporto sospesi.

I recenti blocchi, che includono anche Yucheng con 500.000 persone nella provincia orientale dello Shandong, mostrano che la Cina si attiene all’approccio rigoroso all’epidemia che ha imposto per la maggior parte degli ultimi due anni, nonostante alcune indicazioni precedenti. Che le autorità attueranno misure più mirate.

La Cina ha segnalato altri 397 casi di trasmissione locale a livello nazionale venerdì, 98 dei quali nella provincia di Jilin che circonda Changchun, il centro dell’industria automobilistica del paese. Nell’intera contea, i casi sono passati a 1.100 da quando l’ultima ondata è scoppiata alla fine della scorsa settimana.

Solo due casi sono stati segnalati all’interno della stessa Changchun venerdì, portando il totale a 78 negli ultimi giorni. Le autorità hanno ripetutamente promesso di bloccare qualsiasi comunità in cui vi siano uno o più casi nell’approccio cinese di “tolleranza zero” all’epidemia.

Altri 93 casi sono stati confermati nella vicina città di Jilin con lo stesso nome della provincia circostante. Le autorità hanno già ordinato un blocco parziale della città e tagliato i collegamenti di viaggio con altre città.

I funzionari della Jilin University of Agricultural Science and Technology sono stati licenziati dopo che un gruppo di infezioni è stato segnalato nel campus e gli studenti si sono lamentati sui social media che coloro che sono risultati positivi sono stati rinchiusi nelle biblioteche scolastiche e in altri edifici in cattive condizioni.

READ  I sintomi di China Daily Domestic COVID più che triplicati

La scuola ha registrato 74 casi confermati e ha messo in quarantena più di 6.000 persone, secondo l’emittente statale CCTV.

Le foto aeree hanno mostrato studenti in tute ignifughe in coda al freddo e al buio, in attesa di essere trasferiti.