Lamezia vince in rimonta con la GoldenPlast

Print Friendly, PDF & Email

Sfuma in modo a dir poco rocambolesco la terza vittoria consecutiva per il Volley Potentino. Dopo le imprese stellari con Brescia e S. Croce, arriva una beffa pomeridiana difficile da digerire, con tanto di rimonta subita e crollo al tie break contro la Conad Lamezia di Gianpietro Rigano. Nell’anticipo della terza giornata di ritorno in Serie A2 Credem Banca, gli uomini di coach Gianni Rosichini si portano sul 2 a 0 e pregustano un finale in trionfo al PalaFerraro di Cosenza, ma sprecano al servizio nei momenti clou, incassano 10 ace nell’arco della gara e sono spiazzati dallo spirito dei calabresi, che trovano una risorsa mentale in più dalla panchina con Ingrosso e cartucce decisive nell’exploit del regista Negron (13 punti, di cui 4 al servizio) e nell’opposto Bigarelli (25 punti).

Le statistiche indicano una maggiore positività complessiva degli attacchi biancazzurri (55% contro il 44% della Conad) e dell’efficacia a muro (10 a 8 i vincenti), ma il “braccino” al servizio e una ricezione talvolta ballerina di Potenza Picena rimettono in gioco i padroni di casa. Magra consolazione per Paoletti il titolo di top scorer (31 punti), bottino che permette all’opposto di polverizzare abbondantemente i 300 sigilli stagionali in Regular Season.

Troppi falli al servizio anche nel primo set per Potenza Picena, che però ha il merito di gestire il gioco comandando il parziale fino all’errore decisivo di Bigarelli (19-25). Il secondo atto del match si apre all’insegna dell’equilibrio, ma la GoldenPlast trova il +3 con i suoi attaccanti (7-10) e resta in vantaggio (13-19) fino alla chiusura sulla doppia di Negron (18-25). Nel terzo parziale si procede a strappi fino al 14-14, poi si apre una fase di punto a punto con set ball per Lamezia sfruttato da Fantini a muro (25-23). Nel quarto set scatto pesante della Conad nel cuore del parziale (21-17). Potenza Picena pareggia (22-22), si presenta alla volata sul 23-23 e annulla 5 palle set ai calabresi prima di cedere 30-28 sul pallonetto di Bigarelli. Il tie break è tutto di marca calabrese. Sul 14-9 i potentini annullano due palle match, ma cedono 15-11.

“Un passo indietro rispetto alle ultime prove – dice Gianni Rosichini – Non possiamo perdere una partita dominata nei primi 2 set. Onore a Lamezia che ha forzato il servizio, ha trovato una mentalità vincente con l’innesto di Ingrosso e ci ha creduto sempre, ma noi abbiamo fallito molte battute facili e non siamo riusciti a mettere il sigillo su una gara da chiudere”.

Conad Lamezia – GoldenPlast Potenza Picena 3-2 (19-25, 18-25, 25-23, 30-28, 15-11)

LAMEZIA: L Zito, Aprile 6, Alfieri, Bizzotto 8, Fantini 14, Bigarelli 25, Bruno 2, Butera, L De Santis ne, Anselmi ne, Negron 13, Ingrosso 4. All. Rigano

POTENZA PICENA: Trillini 4, Cuti ne, Pinali 12, L D’Amico, U Ferri ne, U Di Silvestre 16, Larizza 10, Monopoli 3, Lavanga, Calistri, Paoletti 31, Garofolo 3. All. Rosichini

Arbitri: Pozzi di Ticino Sesia Tanaro (Novara) e Traversa di Padova

Note: durata set: 23’, 23’, 26’, 36’, 19’. Totale: 2h 07’. Lamezia: errori al servizio 20, ace 10, muri 8. Potenza Picena: errori al servizio 21, ace 3, muri 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!