Gennaio 18, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

Le azioni asiatiche stanno scivolando mentre i rendimenti statunitensi aumentano e colpiscono le società tecnologiche

Nel mezzo dell’epidemia della malattia da virus corona (COVID-19), la Borsa di Tokyo (TSE) ha monitorato i prezzi dell’indice azionario rispetto al dollaro USA e al tasso di cambio dello yen giapponese dall’inizio delle negoziazioni nel 2022. Tokyo, Giappone, 4 gennaio 2022. REUTERS / Issei Kato

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Hong Kong, gen. 5 (Reuters) – Le borse asiatiche sono scese mercoledì a seguito di una sessione di Wall Street, poiché gli alti rendimenti del Tesoro USA hanno pesato sulle aziende tecnologiche globali e hanno portato il dollaro al minimo da cinque anni contro lo yen giapponese.

I rendimenti degli Stati Uniti sono aumentati martedì mentre gli investitori obbligazionari si preparavano ad aumentare i tassi di interesse dalla Federal Reserve per frenare l’inflazione ostinatamente alta.

MSCI è il più ampio indice di azioni dell’Asia-Pacifico al di fuori del Giappone (.MIAPJ0000PUS) Il Nikkei giapponese perde lo 0,8% (.N225) Cambiato un po’.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Anche i futures sulle azioni statunitensi sono scesi, con l’e-mini S&P 500 in calo dello 0,25% e l’e-mini Nasdaq dello 0,4%.

“Da una prospettiva asiatica, questo è un tono di avversione al rischio leggermente più alto perché è anche uno di quei giorni in cui i rendimenti obbligazionari elevati possono essere una cosa negativa perché, sebbene rappresentino un forte background statunitense, supportano il dollaro, non il valuta locale Detto.

“Ma è molto teso, e domani potremmo riconsiderare che i rendimenti più elevati rappresentano uno sfondo globale più forte”, ha detto Cornell.

Ha detto che il mercato azionario è sceso durante la notte sul Nasdaq a causa dei maggiori rendimenti nei mercati azionari asiatici, a cui è stato dato maggiore risalto dai titoli tecnologici nella regione.

READ  J.K. Quitch per cambiare nome, citando le "posizioni anti-trans" di Rowling

Titoli tecnologici quotati a Hong Kong (.HSTECH) Giappone e Nintendo hanno perso il 3,7% nei primi scambi (7974.D) L’1% è sceso e Samsung in Corea del Sud (005930.KS) È sceso del 2% prima dei risultati trimestrali. Per saperne di più

Martedì le azioni statunitensi sono state scambiate in ribasso sul Nasdaq pesantemente tecnologico (.IXIC) Perso l’1,3%, tuttavia le banche in crescita del rendimento e i nomi del settore hanno aiutato il Dow Jones Industrial Average (.DJI) Un completamento record e S&P 500 (.SPX) Tocca l’escursione intraday di tutti i tempi.

L’indice quinquennale degli Stati Uniti, che riflette le aspettative di rialzo dei tassi, è salito al livello più alto da febbraio 2020, dopo che i rendimenti di riferimento a due anni di lunedì da marzo 2020 hanno raggiunto i livelli più elevati.

Il rendimento dei titoli del Tesoro USA a 10 anni di riferimento ha toccato il massimo in sei settimane martedì e si è infine attestato all’1,657%.

I verbali della prossima riunione della Banca centrale di dicembre alle 19:00 GMT potrebbero sottolineare la nuova sensibilità dei responsabili politici statunitensi all’inflazione e la loro disponibilità a inasprire la politica.

Edison Punn, analista di mercato senior presso Soxho Markets a Hong Kong, ha dichiarato: “Il mercato sta ora ipotizzando che un rialzo dei tassi a marzo sia possibile quando la Fed smette di acquistare asset.

Pensava che il declino dei titoli tecnologici sarebbe stato di breve durata, mentre l’aumento dei rendimenti avrebbe aiutato i titoli bancari.

Le azioni quotate a Hong Kong di HSBC sono aumentate del 2,3% mercoledì, ma il peggior gestore del debito cinese Huarong (2799.HK) Perso il 40% di ripresa del trading dopo la pausa.

READ  "Non approvo" l'inclusione di Tucker Carlson nel Consiglio di sicurezza.

Nei mercati valutari, lo yen è stato di 116,7 contro il dollaro, in calo di 116,34 durante la notte, il livello più basso da marzo 2017.

Il divario tra i rendimenti statunitensi e giapponesi si sta ampliando e sta influenzando lo yen poiché si prevede che la Banca del Giappone sarà in ritardo, se non l’ultima in fila per aumentare i tassi.

L’euro è stato respinto sulla base del fatto che anche la Banca centrale europea potrebbe essere lenta nell’aumentare i tassi. Di conseguenza, l’indice del dollaro, che misura il biglietto verde contro sei peer, è stato di 96,272, un forte risultato della sua ultima fascia.

I prezzi del petrolio sono scesi mercoledì, lasciando alcuni guadagni rispetto alla sessione precedente. I future sul greggio Brent sono scesi dello 0,3% a 79,73 dollari al barile dopo aver raggiunto gli 80,26 dollari, mentre i future sul greggio West Texas Intermediate (WTI) degli Stati Uniti hanno perso lo 0,3% a 76,75 dollari al barile.

L’oro spot era a 1.814 dollari l’oncia, stabile nella parte alta della giornata e nel suo ultimo intervallo.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Montaggio di Sam Holmes

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.