Giugno 26, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

Le azioni stanno tremando nel potenziale conflitto in Ucraina

  • Euro STOXX 600 1,3% in meno
  • I titoli tecnologici sono scesi a un nuovo minimo di 14 settimane
  • Il petrolio è in rialzo e il bitcoin è in calo del 50% da novembre
  • Il potenziale attacco russo all’Ucraina cattura gli investitori
  • L’indice del dollaro è salito dello 0,1%

LONDRA / SYDNEY, 24 gen. (Reuters) – Le azioni di tutto il mondo sono scese lunedì perché la prospettiva di un attacco russo all’Ucraina ha allentato la domanda di dollaro, che fa alzare il dollaro e schiaccia petrolio e bitcoin.

Il Dipartimento di Stato americano ha dichiarato domenica che ai familiari dei diplomatici è stato ordinato di lasciare l’Ucraina e che una delle indicazioni più chiare è che i funzionari statunitensi sono pronti per l’azione russa nell’occupazione della regione. Per saperne di più

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha valutato le opzioni per aumentare le risorse militari statunitensi nella regione per contrastare il dispiegamento di truppe russe, con il New York Times che cerca di inviare da 1.000 a 5.000 soldati nell’Europa orientale, ha riferito il New York Times. Per saperne di più

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Euro STOXX 600 (.STOXX) È in calo dell’1,3% con gli indici a Londra dopo il 20 dicembre (.FTSE), Parigi (.fchi) E Francoforte (.GDAXI) Basso tra 0,8% e 1,5%.

Azioni tecnologiche (.SX8P) Dopo il crollo di Wall Street della scorsa settimana a causa della possibilità di un aumento dei tassi di interesse, da ottobre ha portato a perdite del 2,3%.

Gli analisti hanno notato che c’era riluttanza tra gli investitori a reinvestire in titoli che erano stati visti raramente nell’era dei bassi tassi di interesse post-2008 e dell’aumento della liquidità da parte della banca centrale.

READ  Kia MVP Ladder: In che modo l'aggiunta di James Horton influenzerà Joel Empire in gara?

“Al momento l’Ucraina è davvero in mente”, ha affermato Michael Hewson, capo analista di mercato di CMC Markets. “Negli ultimi 12 anni, l’acquisto dell’umore degli investitori in generale è stato l’umore degli investitori. Questa è la prima volta negli ultimi 12 anni che mi sono reso conto che questa non è la norma”.

Ampio indice dell’MSCI delle azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone (.MIAPJ0000PUS) Il Nikkei giapponese è sceso dello 0,7% (.N225) Ridotto dello 0,1%.

Tuttavia, dopo il calo della scorsa settimana a Wall Street, sia i futures S&P 500 che quelli Nasdaq sono in rialzo di circa lo 0,3%.

Codice azionario globale MSCI (.MIWD00000PUS)Le azioni in 50 paesi sono scese dello 0,3%.

I prezzi del petrolio sono aumentati di nuovo, raggiungendo il massimo degli ultimi sette anni per cinque settimane consecutive sulla base delle aspettative che la domanda sarebbe rimasta forte e i limiti sarebbero stati inferiori.

Il bitcoin è sceso del 5% a 34.551$ nel trading di lunedì, non lontano dal minimo di sei mesi di 34.000$ di sabato. La criptovaluta ha perso quasi la metà del suo valore da quando ha raggiunto il massimo storico di $ 69.000 a novembre.

Nervi alimentati

I nervi alla riunione della banca centrale di mercoledì si sono aggiunti al mix. La Federal Reserve statunitense dovrebbe confermare che presto comincerà a emergere un enorme pool di liquidità, che ha esagerato i titoli di crescita negli ultimi anni.

I mercati interessati ora stanno alzando la Fed questa settimana anche su una piccola opportunità, anche se la più grande aspettativa è che sarà dello 0,25% a marzo e di altri tre all’1,0% entro la fine dell’anno.

READ  40 La migliore caschi per scooter del 2022 - Non acquistare una caschi per scooter finché non leggi QUESTO!

Oliver Allen, economista di mercato presso Capital Economics, ha dichiarato: “Dato che l’inflazione rimane alta, la banca centrale sta costantemente rimuovendo la politica monetaria restrittiva estrema che è stata un grave ostacolo per i prezzi delle azioni per più di un decennio”.

I maggiori costi finanziari e i rendimenti obbligazionari interessanti hanno colpito i titoli tecnologici statunitensi con i loro rating elevati, con il Nasdaq in calo del 12% e l’S&P 500 in calo di quasi l’8% finora quest’anno.

Sulla base della bruciante speculazione sulla ricchezza del mercato, questa è la quantità di perdite che i titoli del tesoro hanno effettivamente accumulato nell’ultimo fine settimana, il che potrebbe spaventare la banca centrale a diventare un falco basso.

Sebbene i titoli del Tesoro siano aumentati alla fine della scorsa settimana, il rendimento a 10 anni è ancora in rialzo di 22 punti base all’1,77% al mese e non è lontano dall’ultimo livello visto all’inizio del 2020.

L’aumento è stato generalmente sostenuto dal dollaro USA, che la scorsa settimana ha aggiunto lo 0,5% a un paniere di valute, salendo dello 0,1% a 85,647.

“Sospettiamo che il dollaro possa ottenere un ampio sostegno”, hanno scritto gli analisti del MUFG. La riunione di mercoledì “è probabile che la banca centrale mostri una maggiore preoccupazione per i rischi dell’inflazione e l’impegno a invertire rapidamente la svalutazione e continuare a vacillare”.

Il Brent è salito di 83 centesimi a 88,72 dollari al barile, mentre il greggio statunitense è salito di 77 centesimi a 85,91 dollari.

Gli analisti hanno citato interruzioni dell’approvvigionamento a causa dell’escalation delle tensioni nell’Europa orientale mentre l’OPEC e i suoi alleati continuano a lottare per aumentare la produzione.

Report di Tom Wilson a Londra e Wayne Cole a Sydney; Montaggio di Sam Holmes, Edwina Gibbs e Tomas Janowski

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.