Agosto 12, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

L’euro e il rublo sono scesi ai minimi storici quando l’Occidente ha rafforzato le sanzioni contro la Russia

L'euro e il rublo sono scesi ai minimi storici quando l'Occidente ha rafforzato le sanzioni contro la Russia
  • Valute europee colpite dalla crisi ucraina
  • Il rifugio sicuro franco svizzero, yen e rialzo del dollaro
  • La volatilità dei cambi è in aumento

LONDRA (Reuters) – Lunedì il rublo è sceso di quasi il 30 per cento, l’euro è sceso di quasi l’1 per cento rispetto al dollaro e il franco svizzero e lo yen giapponese erano molto richiesti come porto sicuro dopo che i paesi occidentali hanno imposto nuove severe sanzioni alla Russia. la sua conquista dell’Ucraina.

Gli alleati occidentali hanno intensificato gli sforzi per punire la Russia con nuove sanzioni che includono il taglio di alcune delle sue banche dalla rete finanziaria SWIFT, la limitazione della capacità di Mosca di dispiegare le sue riserve estere da 630 miliardi di dollari e la chiusura del suo spazio aereo agli aerei russi. Le aziende hanno anche riferito di voler disinvestire. Per saperne di più

Aumentando il nervosismo del mercato, il presidente russo Vladimir Putin ha messo in allerta le “forze di deterrenza” russe – che usano armi nucleari. Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Gli analisti hanno affermato che il rublo è sceso a un minimo storico, poiché è sceso a 120 contro il dollaro poiché si prevede che queste misure distruggeranno l’economia del paese e impediranno alla Banca centrale russa (CBR) di utilizzare le sue riserve in valuta per interventi diretti in valuta estera mercati di cambio.

“Un congelamento delle attività della banca centrale interromperebbe in gran parte l’accesso di CBR alle sue riserve in euro e dollari USA, che collettivamente costituiscono circa il 50% delle sue riserve estere totali”, ha affermato Kristoffer Kjær Lomholt, analista senior di Danske Bank.

READ  'Live in the future': Zuckerberg svela la revisione dell'azienda durante la trasformazione nel metaverso | Mark Zuckerberg

Il rublo è sceso del 30% a 109 per dollaro alle 09:00 GMT, anche dopo che la Banca centrale russa ha aumentato drasticamente il tasso di interesse di riferimento al 20% dal 9,5%, un giorno dopo aver annunciato una serie di misure a sostegno dei mercati interni. Per saperne di più

Nel frattempo, l’euro è sceso dello 0,8% a $1,11745 contro il dollaro ea 129,2 contro lo yen. È sceso dello 0,9% rispetto al franco svizzero.

Il rally del dollaro si è attenuato, con il dollaro che si è assestato a 97,128 contro un paniere di altre valute.

Nel complesso, la volatilità è aumentata nei mercati FX, con una metrica comunemente seguita che ha raggiunto il livello più alto da dicembre 2020 (.dbcvix).

Anche le altre valute europee hanno subito un forte calo rispetto al dollaro. La corona svedese è scesa dell’1,7% a 9,5360 corone e la corona norvegese è scesa dell’1% a 8,9090 corone.

I mercati stanno ora valutando una probabilità del 90% che la Federal Reserve statunitense aumenterà i tassi di interesse di 25 punti base nella riunione di marzo, secondo lo strumento Fedwatch di CME, poiché l’invasione ha posto fine alla speculazione secondo cui la Fed aumenterà di 50 punti base . .

Gli investitori hanno anche ridimensionato le loro scommesse sul fatto che la Banca centrale europea aumenterà i tassi di interesse nel 2022.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Report Joyce Alves). Montaggio di John Stonestreet

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.