Agosto 12, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

L’ex capo dell’NSE Chitra Ramakrishna è stato arrestato per lo scandalo “Yogi himalayano”.

L'ex capo dell'NSE Chitra Ramakrishna è stato arrestato per lo scandalo

Chitra Ramkrishna ha condiviso informazioni segrete con un estraneo che ha chiamato “Yogi himalayano”.

L’ex CEO della National Securities Exchange (NSE) Chitra Ramkrishna, accusata di aver commesso gravi lacune nel più grande mercato azionario indiano, inclusa la condivisione di informazioni riservate con un individuo che lei chiamava “yogi himalayano”, è stata arrestata dalla CBI.

L’arresto è avvenuto solo il giorno dopo che un tribunale di Delhi ha respinto la sua richiesta di cauzione prima dell’arresto e ha ritirato la CBI o la CBI per non aver intrapreso alcuna azione ed essere stata “indifferente” nelle indagini contro di lei negli ultimi quattro anni.

Il giudice speciale Sanjeev Agarwal ha anche osservato che la Securities and Exchange Commission of India (SEBI) che regola il mercato è stata “molto gentile” con l’accusata, che ha affrontato accuse gravi e che è stato necessario interrogarlo mentre era in custodia per esplorare la verità.

Il mese scorso, è stato rivelato che il misterioso “yogi himalayano” che avrebbe influenzato le decisioni della signora Ramkrishna, Anand Subramanian, anche lui ex funzionario di borsa, è stato arrestato in un caso di manipolazione del mercato.

SEBI ha affermato in un rapporto che la sua controversa nomina è stata una delle decisioni prese da Chitra Ramkrishna sotto la presunta influenza di uno yogi.

SEBI ha accusato la sig.ra Ramkrishna, che è stata l’amministratore delegato e CEO di NSE da aprile 2013 a dicembre 2016, e altri per aver accusato difetti di gestione nella nomina e nella massiccia promozione del sig. Subramanian.

Ha affermato che NSE e il suo consiglio erano a conoscenza delle interazioni con il controverso consulente, ma hanno scelto di “mantenere la questione riservata”.

READ  Oreo è un produttore e imbottigliatore di Coca-Cola vicino a un negozio in Ucraina

Nel frattempo, la CBI sta indagando sulle accuse di diffusione impropria di informazioni dai server dei computer delle borse agli agenti di cambio in quella che è diventata nota come “frode di co-localizzazione”.

L’agenzia l’ha interrogata per quattro giorni il mese scorso nel caso depositato nel 2018 che riguardava un vantaggio ingiusto nel commercio con alcuni broker.

“Durante l’interrogatorio, Ramakrishna ha fornito risposte evasive sostenendo di non essere a conoscenza del server di co-ubicazione che ha passato la responsabilità a Muralidaran Natarajan, allora CTO (Chief Technology Officer) di NSETECH”, hanno detto le fonti a NDTV.

Chitra Ramakrishna sarà mostrato lunedì alla Corte CBI nella capitale nazionale insieme ad Anand Subramanian. L’agenzia intende interrogarli entrambi insieme e sospettare che abbiano introdotto l’inesistente Yu-Gi-Oh per fuorviare le indagini.

Poiché le informazioni riservate dell’NSE sono state condivise con terze parti, l’agenzia sta anche cercando di trovare coloro che ne hanno approfittato.

Rispondendo alle critiche pubbliche sulle controversie, NSE ha affermato di essere “impegnata a rispettare i più alti standard di governance e trasparenza” e ha descritto il caso come “quasi dai sei ai nove anni”.