Giugno 26, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

Mariupol: il capo dell’esercito ucraino afferma che le persone rischiano la vita ogni volta che lasciano il rifugio

Mariupol: il capo dell'esercito ucraino afferma che le persone rischiano la vita ogni volta che lasciano il rifugio
Con l’attacco della Russia quarta settimanaIl maggiore Denis Prokopenko, del reggimento Azov della Guardia nazionale, ha detto alla Galileus Web che gli attacchi aerei e terrestri alla città sono ora quasi implacabili.

“Di solito, Mariupol è sotto tiro tutto il giorno e la notte. A volte (sono) 30 minuti di silenzio, ma poi la città è nuovamente attaccata (da) carri armati, artiglieria, missili multipli e (aerei) come bombardieri ed elicotteri “, disse.

Mariupol è sotto assedio da diverse settimane e ha assistito ad alcuni dei peggiori attacchi della guerra da quando la Russia ha lanciato l’invasione dell’Ucraina a febbraio. Questo ha incluso Colpi mortali al reparto maternità e il bombardamento del teatroLe perdite subite sono ancora sconosciute mentre le operazioni di soccorso continuano.

La città si trova lungo il tratto di costa che collega la regione orientale del Donbass con la Crimea, entrambe sotto il controllo russo dal 2014. Sembra che le forze russe stiano cercando di prendere il pieno controllo della regione per creare un corridoio terrestre tra due regioni premendo su Mariupol con brutale forza militare.

La Russia ha negato di prendere di mira i civili a Mariupol, incolpando le perdite delle forze ucraine.

Prokopenko ha detto che le persone in città ora sono riluttanti a lasciare i loro rifugi sotterranei anche per ottenere il necessario, il che significa che hanno cercato di bere meno acqua e mangiare meno cibo, ma escono solo per preparare pasti caldi.

“Le persone cucinano cibo per le strade e rischiano la vita alla luce dei continui bombardamenti e bombardamenti”, ha detto il comandante militare. “La temperatura in strada è di 5 gradi sotto zero.”

READ  Le azioni scendono, il petrolio salta sopra i $ 100 mentre la Russia invade l'Ucraina

I servizi di base come gas, luce e acqua sono tutti disponibili in città. I corpi vengono lasciati per strada o perché non c’è più nessuno a raccoglierli, o semplicemente perché troppo pericolosi per provarci.

Un residente siede nel seminterrato di una casa a Mariupol, in Ucraina, il 18 marzo 2022.

Prokopenko ha detto che nessuno conosce il numero esatto dei morti. “Alcune persone sono state sepolte sotto edifici distrutti e seppellite vive”, ha detto.

Le informazioni su un massiccio attacco di tre giorni fa a un teatro di Mariupol utilizzato come rifugio hanno tardato a emergere.

Una foto scattata sabato dalle immagini satellitari Maxar mostra che circa due terzi del Mariupol Drama Theatre è completamente distrutto e rimane solo la facciata occidentale.

L’edificio, che fungeva da principale stazione di raccolta umanitaria della città, stava fornendo una casa temporanea per 800-1.300 persone quando è stato colpito, secondo i funzionari locali.

La parola russa per “bambini” è ancora visibile nell’immagine disegnata a grandi lettere sul pavimento davanti all’ingresso.

Questa immagine satellitare mostra un teatro distrutto a Mariupol, in Ucraina, che è stato bombardato il 16 marzo 2022.

In precedenza ha confermato i rapporti secondo cui i continui bombardamenti dell’artiglieria russa hanno reso molto difficili i tentativi di far uscire i sopravvissuti dall’edificio.

Le comunicazioni nella città assediata sono difficili da giorni e i soccorsi sono stati ostacolati dal pericolo di bombardamenti quasi costanti, secondo quanto riferito dall’interno della città.

I rapporti iniziali indicavano che molti sopravvissuti dovevano districarsi dalle macerie. I dati di diversi leader ucraini, tra cui il presidente Volodymyr Zelensky, indicano che 130 persone sono state salvate, tra cui sono rimaste gravemente ferite.

Venerdì, durante una videochiamata con il ministro della Cultura ucraino Oleksandr Tkachenko, il ministro della Cultura italiano Dario Franceschini si è offerto di aiutare a ricostruire il teatro drammatico Mariupol.

Zelensky ha ringraziato Franceschini su Twitter mercoledì, dicendo che l’Italia “ha dato l’esempio. Insieme ricostruiremo il Paese fino all’ultima pietra”.

READ  Aggiornamenti in tempo reale: la Russia invade l'Ucraina