Paniconi e i playoff: “Arriviamoci, poi diremo la nostra”

Print Friendly, PDF & Email

A due giornate dal termine della stagione regolare la Roana Cbf Macerata occupa la terza posizione di classifica nel campionato di Serie B1 femminile di pallavolo, con quattro punti di vantaggio sulle immediate inseguitrici. In caso di vittoria domani nella trasferta a Moie di Maiolati nel derby con la Ecoenergy, le ragazze allenate da Luca Paniconi avrebbero garantito un posto nei playoff.

“Faremo di tutto per poterci riuscire domani – dice l’allenatore della Roana Cbf, Luca Paniconi – Ci sono due possibilità, mancano due partite alla fine. Non ho visto bene il conto dei set, ma credo che ci possono bastare due punti per avere la certezza matematica dei playoff. In caso di parità siamo in vantaggio negli scontri diretti con le avversarie che ci seguono in classifica. Adesso bisogna pensare a questa partita, senza guardare troppo lontano, giocarla come una finale, poi tireremo le somme. L’avversario di domani sta onorando il campionato come è giusto che sia, due turni fa ha battuto il Castelfranco, proverà a fare lo stesso con noi. Dovremo guadagnarci la vittoria, il campo di Moie è abbastanza complicato da espugnare, c’è sempre tanta gente, calorosa. E’ una di quelle partite bella da giocare”.

Pniconi, quando avete iniziato la stagione, pensava di trovarsi in questa situazione di classifica a fine campionato?

“Credo che sia una piccola sorpresa, gli obiettivi erano altri all’inizio. Non dovrebbe essere l’allenatore a fare queste valutazioni, per quanto mi compete si era detto che l’obiettivo era di salvarsi con una relativa tranquillità. Non era comunque un obiettivo facile da perseguire. Poi strada facendo la squadra è cresciuta, in tutti gli elementi, si è creato un gruppo che ha funzionato bene, cheè la prerogativa di ogni risultato. Alla fine è venuto questo tipo di campionato. Ancora non siamo arrivati ai playoff, il percorso che abbiamo fatto è comunque indicativo di qualità”.

La Roana potrà dire la sua nei playoff.

“I playoff sono sempre una storia a se, soprattutto un playoff della Serie B1 che è sempre lungo e va ad assegnare di sicuro solo un posto per la Serie A2. Poi dopo c’è la possibilità del ripescaggio, in pratica si giocano tre turni per qualificare una squadra. Incontreremo formazioni che sono partite con questo obiettivo, con giocatrici importanti. Conosco un po’ il girone sud e alcune squadre del girone nord, so che ci sono dei valori molto importanti. Ci sono squadre con quattro o cinque elementi che l’anno scorso giocavano in Serie A2 e facevano anche bene. L’entusiasmo che ci ha caratterizzato tutto l’anno può diventare un fattore determinante nell’eventualità che dovessimo affrontare i playoff. Abbiamo inoltre una rosa ampia, che è cresciuta, ha raggiunto un buon livello di consapevolezza, in un momento della stagione in cui comunque alcune giocatrici sono costrette a tirare un po’ il fiato può essere decisiva. Potrebbe aiutarci molto questo fatto rispetto a squadre che sono costruite su sette-otto elementi, ma non hanno alternative. Prima arriviamoci, qualora dovessimo arrivarci faremo di tutto per giocarcela, l’intenzione non è quella di fare una passeggiatina e dire abbiamo fatto i playoff”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!