Agosto 13, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

Perché una tassa inaspettata sarebbe un disastro per il petrolio statunitense

Windfall Profit

L’amministrazione Biden non ha nascosto il suo disprezzo per le fonti energetiche tradizionali derivate dal petrolio, preferendo invece le cosiddette alternative di “energia verde”. In effetti, durante la campagna, il candidato Biden ha espresso il suo desiderio di porre fine all’industria petrolifera in America così com’è attualmente –

“Numero uno, niente più sussidi per l’industria dei combustibili fossili. Niente più trivellazioni su terreni federali. Niente più trivellazioni, comprese quelle offshore. Nessuna possibilità per l’industria petrolifera di continuare a trivellare, punto, fine, numero uno”.

politico

In un’altra occasione, il candidato Biden è arrivato a dirlo Stava per mettere in prigione gli amministratori delegati dei combustibili fossili.

Nell’ultimo anno, nel perseguimento del loro obiettivo di forzare una transizione energetica verso “energia pulita”, l’amministrazione ha implementato ulteriori misure progettate per rendere più difficile e costoso per i produttori americani di petrolio e gas. tra loro-

  • la spazzatrice cambia in Leasing di petrolio e gas sul territorio federale.
  • inverso Trump l’era del metano Regole.
  • Gasdotto Keystone XL annullato
  • Nomina dei decisori nelle principali agenzie federali (SEC, Tesoro, FERC) che prendono posizione contro l’industria petrolifera. E chi vuole approvare regolamenti che impediscano la loro capacità di ottenere finanziamenti, o imporre sanzioni pecuniarie, e utilizzando tariffe ampliate per l’impatto del carbonio, rendano impossibile ottenere i permessi.
  • Tentativo di introdurre compensazioni del prezzo del carbonio nel regime fiscale “Build Back Better” in fase di stallo.

Anche se l’amministrazione Biden si è affrettata a sostituire petrolio e gas russi dopo il loro divieto la scorsa settimana, si è rifiutata con veemenza di prendere in considerazione l’idea di contattare i produttori americani per incoraggiare lo sviluppo di nuove forniture. Come discusso in precedenza articolo sul prezzo del petrolio, il presidente ha inviato inviati in Venezuela, ha discusso pubblicamente dell’acquisto di petrolio dall’Iran e ha cercato di convincere l’Arabia Saudita ad aumentare la sua produzione. Tutto per niente vanitoso.

Durante un recente viaggio a Fort Worth, in Texas, per visitare i veterani del Virginia Regional Hospital, vicino al cuore del paese del petrolio e del gas, il presidente ha scelto di non incontrare funzionari del settore petrolifero e del gas per cercare di colmare una certa distanza tra loro. In generale, è stata descritta l’antipatia di Biden nei confronti dell’industria nazionale del petrolio e del gas Guerra ai combustibili fossili. Con la legislazione ora in fase di stesura, sembra che stia aumentando piuttosto che essere demolita poiché i prezzi della benzina ricadono sui prezzi della benzina che in molti casi sono triplicati rispetto allo scorso anno.

La scorsa settimana, due senatori solidali con gli obiettivi dell’amministrazione hanno iniziato a elaborare una proposta legislativa che avrebbe rilanciato un regime fiscale vecchio di decenni per cogliere quelli che chiamano guadagni “illegali” dall’attuale era dei prezzi elevati. I senatori Ron Wyden-D., Oregon, e la senatrice Elizabeth Warren-D., Massachusetts hanno presentato la loro proposta che priverebbe il 50% dei profitti delle compagnie petrolifere, detraendoli ai contribuenti a basso reddito mantenendo i prezzi del gas pari o superiori. livelli attuali. Il Wall Street Journal ha riassunto questa proposta fiscale inaspettata in un articolo la scorsa settimana:

READ  La startup di veicoli elettrici Polestar spara a Elon Musk di Tesla nella pubblicità del Super Bowl

La proposta fiscale inaspettata mostra che i Democratici non vogliono che le società statunitensi producano più petrolio, quindi i prezzi della benzina stanno scendendo. Vogliono prezzi del gas più alti, quindi i consumatori riluttanti stanno acquistando più auto elettriche. Non possono dirlo direttamente perché sarebbe un suicidio politico in un anno elettorale con un prezzo medio del gas superiore a $ 4 al gallone, quindi lo fanno indirettamente attraverso le tasse e la regolamentazione”.

Il giornale di Wall Street

Nel resto di questo articolo, daremo una rapida occhiata alla recente iterazione di questa idea degli anni ’70 e ’80 e trarremo alcune conclusioni su ciò che potrebbe presagire nell’era moderna, se diventasse legge.

L’imposta sugli utili improvvisi del 1980

All’indomani dell’embargo petrolifero arabo del 1973, i prezzi salirono ai massimi storici e iniziarono a crescere i timori che le compagnie petrolifere stessero realizzando profitti sleali. Il presidente Nixon ha introdotto controlli sui prezzi del petrolio nel 1974, che hanno portato alle famose linee di carenza di gas dell’epoca. Nel 1980, il presidente Carter ha adottato la tassa sugli utili inaspettati per porre rimedio alla situazione dell’offerta garantendo al contempo che le compagnie petrolifere non generassero profitti sleali. Come con la maggior parte degli interventi federali sui mercati, il WPT non è riuscito a raggiungere i suoi obiettivi e ha prodotto conseguenze più non intenzionali che danneggiano le imprese statunitensi. Tra i suoi principali inconvenienti-

  • In realtà era una tassa selettiva dovuta sulla produzione del barile di petrolio interessato e prima che venissero realizzati profitti.
  • Ha creato categorie di petrolio a livello nazionale, ampliando in effetti la portata del pensiero sui prezzi.

il petrolio

CGA

  • Inoltre, ha danneggiato la produzione statunitense rispetto alle fonti globali. Il capitale di perforazione (Mare del Nord e Deepwater GoM in erba che ha avuto un forte impatto sulla proprietà) è fuggito e tornerà ancora una volta a pascoli più verdi.
  • La produzione è diminuita durante il WPT originale per una serie di motivi e diminuirà di nuovo se questa iterazione cresce e cammina. Grazie al rapido accumulo di greggio dell’Alaska, la produzione statunitense è effettivamente aumentata per un breve periodo durante il WPT. Il petrolio dell’Alaska ha raggiunto il picco nel 1985, sebbene la produzione statunitense abbia iniziato un lento declino all’inizio degli anni 2000 mentre le importazioni estere sono aumentate. Poi, con l’avvento del fracking e l’aumento della produzione in acque profonde, la produzione statunitense iniziò a salire ai massimi storici.
READ  Il miliardario Soros acquista una partecipazione nella startup di veicoli elettrici Rivian

VIA

VIA

La via da seguire per il WPT e le implicazioni di superarlo

A questa proposta fiscale si opporranno tutti i repubblicani, in Sottocommissione al Senato Vigilanza fiscale e IRS, dove nel normale corso degli eventi saranno prima discussi e codificati, e votati fuori commissione al Senato al completo. Ci sono miglia da percorrere prima che possa essere considerato, e C’è uno scuttlebutt Non ha alcuna possibilità di uscire fuori servizio. Quello che stiamo assumendo è che il partito al governo ora abbia altri 10 mesi da passare, se si contano le sessioni di zoppia e si presume che i repubblicani riprenderanno il controllo del Congresso. Altrimenti, hanno anni e passeranno attraverso tutto ciò che hanno sognato per decenni. È una strada lunga con molti colpi di scena.

Ora ne abbiamo alcuni dettagli della presente proposta legislativa. Sarebbe un incubo gestionale e, poiché è stato costruito a ritmi più elevati rispetto alla versione originale del 1980, riporterebbe molti degli stessi difetti. Come l’altro, ridurrà sicuramente la produzione e le importazioni in questo paese. Stranamente, cerca di rimediare al vantaggio fiscale di cui godevano le importazioni con il vecchio sistema trattando le importazioni come la produzione nazionale.

È altamente improbabile che i produttori stranieri permettano al governo degli Stati Uniti di raccogliere un “colpo di fortuna” e adeguino i loro prezzi di vendita per includere le tasse, aumentando i prezzi finali per i consumatori. affidabile. Abbiamo un esempio da seguire.

brasiliano IP è un buon esempio. Il suo volume raggiunge il 55% sui veicoli importati con una cilindrata superiore a 2 litri. L’obiettivo nobile è proteggere la loro produzione interna di automobili, che per inciso vengono vendute a livelli di prezzo all’importazione, facendo salire i prezzi per tutti i brasiliani. Gli anziani avrebbero fatto lo stesso per proteggere la loro industria. Il risultato sarebbe meno petrolio e gas per gli americani e giocherebbe direttamente nell’opuscolo del movimento Green New Deal, rendendo il prodotto finale più costoso.

Sul lato domestico, un minor numero di lead raggiungerà le soglie del tasso di rendimento interno (IRR) e del tasso di efficienza del capitale (ROCE), il controllo in base al quale i potenziali clienti competono per il capitale, il che significa che non progrediranno. Il capitale non è inattivo. Lei cerca di tornare e scapperà. Le compagnie petrolifere, avendo imparato la lezione del private equity e del capitale di rischio alcuni anni fa, finanzieranno solo ciò che il loro flusso di cassa sopporterà. Guarderanno sempre più oltre le nostre coste per diffondere il loro capitale dove sono più apprezzati. La produzione statunitense svanirà inevitabilmente in questo scenario.

READ  Zelensky intende parlare al Congresso ed Elon Musk sfida Putin

I conducenti pagheranno di più. Uno degli obiettivi dell’amministrazione è rendere i combustibili fossili più costosi per accelerare la “transizione alle energie rinnovabili”. L’energia rinnovabile è una promessa vuota come il mondo impara ogni giorno. Ciò non impedirà al governo di spendere soldi petroliferi “sequestrati” in sogni verdi, come assegni di “stimoli”.

Le persone amano i controlli di stimolo e di solito amano i politici che li danno. Per molti che hanno un assegno in mano, il legame tra esso e il prezzo elevato di tutto è sfuggente. Da qui l’attuale clamore dell’inflazione. L’iniezione di $ 6 trilioni nell’offerta di moneta in un anno e mezzo lo ha reso prevedibile. Ora, con i controlli sugli stimoli scomparsi e il prezzo del gas a livelli record, le persone sono allarmate e i politici vogliono calmarle. Con un altro assegno.

Il tuo da asporto

Come ho accennato in Prezzo del petrolio precedente Articoli Con meno investimenti nelle fonti di energia primaria, stiamo entrando in un’era di energia meno disponibile e più costosa. L’industria petrolifera potrebbe produrre di più, ma dovrebbe essere motivata a farlo, non molestata. Resta da vedere se la leadership può fare un passo indietro dalla narrativa dell’energia verde per impegnarsi con i produttori che forniscono il grande equilibrio delle risorse energetiche mondiali. C’era motivo di tifare la scorsa settimana Una settimana di camminata a Houston, quando alcuni dei burocrati di livello inferiore di Biden si sono incontrati con i lavoratori dell’energia. Vinai Thummalapally, Il direttore ad interim e il capo delle operazioni dell’Agenzia per il commercio e lo sviluppo degli Stati Uniti ha commentato dopo l’incontro:

“Immagino questa situazione particolare come un incendio in cucina, che aiuta a finanziare progetti energetici all’esterno. Lo spegneremo. Verrà estinto. Dobbiamo andare avanti affrontando il resto di ciò che la casa sta affrontando in termini di di tutte le priorità”.

Politico

Se decifrate il “potere delle parole” dalle metafore miste, non rivela molte ragioni di ottimismo, ma almeno hanno parlato. progresso di qualche tipo.

Di David Messer per Oilprice.com

Altre letture principali da Oilprice.com: