Santo Stefano e Briantea Cantù inarrestabili

Print Friendly, PDF & Email

Si chiude con un eloquente 76 a 52 il match di Varese tra i padroni di casa della Cimberio e i portopotentini della Santo Stefano Avis, valevole per la decima giornata del campionato di serie A di basket in carrozzina. Una partita che non è mai stata in discussione dal punto di vista del punteggio ma che alla vigilia rappresentava comunque un’insidia per i marchigiani che non dovevano inciampare per continuare a tenere la testa della classifica a portata di mirino. E così è stato con capitan Ghione e gli altri che non hanno fatto passi falsi e sono rientrati da Varese con una vittoria rotonda e soprattutto con altri due punti incamerati. Certo è che contro questa Briantea che non perde un colpo, ed arriva alla decima vittoria consecutiva in campionato senza sconfitte, sperare di agguantare la testa della classifica diventa al momento un’utopia. Ma l’obiettivo della Santo Stefano Avis è quello di essere lì fino in fondo, la rivale numero uno della capolista. Ma se le due piazze al momento, dunque, sono ben consolidate, a quattro giornate dal termine della regular season del campionato di Serie A di basket in carrozzina si fa, invece, apertissima la corsa ai playoff, anche alla luce dei risultati del decimo turno con la vittoria della Deco Group Amicacci Giulianova sul Key Estate Porto Torres che dà la possibilità al Santa Lucia Roma di rientrare in gioco, agganciando proprio la squadra sarda al quarto posto, ultimo utile per qualificarsi alla post-season.

Ormai è chiaro a tutti: la formazione di coach Roberto Ceriscioli è la rivale più attrezzata e agguerrita per il vertice della classifica. Lo conferma la classifica, ma lo dice anche lo stesso big-match di tre settimane fa al PalaPrincipi contro la corazzata lombarda della Briantea Cantù nel quale i marchigiani hanno dimostrato di non essere poi tanto meno attrezzati della regina d’Italia dell’ultimo decennio. Contro tutte le altre del Campionato di serie A, la Santo Stefano Sport dà la netta impressione di essere un gradino sopra, sia dal punto di vista tecnico che dell’organizzazione di gioco. Le sette vittorie dei ragazzi neroverdi sono state intervallate dalle sole due sconfitte proprio contro la formazione canturina di coach Bergna contro la quale i portopotentini hanno dimostrato di essere in grado di metterla in difficoltà e di saper essere graffiante e incisiva anche contro i Campioni d’Italia.

Fervono i preparativi per il girone di finale di Eurolega 2 che verrà ospitato e organizzato, oltre che disputato, dalla Santo Stefano-Avis. Per parlare di tutto questo, la Società portopotentina è stata invitata dalla Regione Marche e dal Coni alla Bit di Milano, la Borsa Internazionale del Turismo. A rappresentare la Società portopotentina il Presidente Mario Ferraresi che ha illustrato il prestigioso impegno che verrà ospitato a fine aprile. Un unico girone, con la crema del basket in carrozzina europeo, dal quale uscirà la vincitrice della Coppa. La manifestazione verrà presentata ufficialmente in tutti i dettagli, alla stampa e alla cittadinanza, a ridosso dell’evento che rappresenta un momento in cui i riflettori dello sport paralimpico si accenderanno su Porto Potenza e sulle Marche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!