Maggio 17, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

Thwop, muah, boop: chat di pesci e suoni di balene raccolti presso la World Library | Animali selvatici

Dal “boeing” della balenottera minore al “tamburo” del piranha rosso, gli scienziati stanno documentando ogni anno sempre più suoni negli oceani, nei fiumi e nei laghi del nostro mondo. Ora, il team di esperti vuole fare un ulteriore passo avanti e creare una libreria di riferimento per il rumore dell’acqua per monitorare la salute degli ecosistemi marini.

La Global Library of Underwater include suoni biologici, “mazze”, ogni “gobba”, “mua” e “tetta” della megattera, nonché suoni subacquei creati dall’uomo e registrazioni del ciclo geofisico del ghiaccio e del vento. UN Articolo sulla rivista Ecology and Evolution of Frontiers.

Delle circa 250.000 specie marine conosciute, gli scienziati stimano che tutti i 126 mammiferi emettano rumore. Delle 34.000 specie di pesci conosciute nel mondo, almeno 100 sono vertebrati e 1.000 sono noti per emettere rumori, ma gli esperti ritengono che molti altri suoni siano in attesa di essere scoperti e identificati.

Si spera che la biblioteca aiuterà a identificare le ninne nanne, i canti e gli inni degli ecosistemi acquatici amalgamando le biblioteche esistenti di pesci, rane e altra vita marina. Alcune specie di pesci formano dialetti geografici, mentre i richiami delle balenottere azzurre si evolvono nel tempo.

“L’habitat più esteso del mondo è quello acquatico e sono ricchi di suoni prodotti da un’ampia varietà di animali”, afferma Miles Parsons, autore principale dell’Australian Institute of Marine Science. “Poiché la biodiversità è in declino in tutto il mondo e gli esseri umani si adattano costantemente all’audio subacqueo, è necessario documentare, misurare e comprendere i suoni degli animali sottomarini prima che scompaiano”.

Negli esempi forniti dagli esperti, il pesce anemone puzzola del Madagascar emette suoni di combattimento diversi per quelli in Indonesia. I richiami delle balene a pale variano tra le popolazioni e le stagioni negli emisferi settentrionale e meridionale, mentre i richiami dei globicefali sono simili in tutto il mondo.

READ  Thursday Night Football: Big Defensive Night per i Dolphins in una vittoria 22-10 sui Ravens

Siti web esistenti come Suoni di pesce e ID rana Ha già ospitato un elenco di rumori acquatici. Ma si spera che l’unica piattaforma aiuterà l’intelligenza artificiale a identificare i rumori sconosciuti, consentendo agli scienziati di monitorare la salute delle barriere coralline, dei mari aperti e degli ecosistemi di acqua dolce. Secondo i piani, il pubblico sarà in grado di fornire i propri registri subacquei.

“Nel complesso, ora ci sono milioni di ore di registrazione in tutto il mondo, che possono essere stimate nella stragrande maggioranza dei suoni biologici conosciuti e non riconosciuti”, ha affermato Jesse Asbel, uno dei fondatori dell’International Pacific Ocean Experiment. IQOE) e scienziato della Rockefeller University.

Il monitoraggio del rumore subacqueo viene utilizzato per studiare l’effetto degli uragani, per esaminare come la preda cambia il suo comportamento vicino ai predatori e per documentare i modelli di migrazione delle grandi balene. Molte specie di pesci e invertebrati sono notturni, spesso con l’audiosorveglianza l’unico metodo di studio praticabile.

“I generi di canzoni umane includono canzoni d’amore e di lavoro, ninne nanne, canzoni e inni”, ha detto Asbel. “Gli animali marini dovrebbero cantare canzoni d’amore. L’IA utilizzata nella biblioteca globale può aiutarci a capire i testi di questi e molti altri.

Scopri di più L’era della distruzione è quiE segui i giornalisti sulla biodiversità Phoebe Weston e Patrick Greenfield Su Twitter per tutte le ultime notizie e funzionalità