Maggio 19, 2022

Macerata Sport

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Macerata Sport

USS Nevada: sottomarino missilistico balistico della US Navy visto raramente a Guam

L’USS Nevada, un sottomarino nucleare di classe Ohio che trasportava 20 missili balistici Trident e dozzine di armi nucleari, è stato rimorchiato sabato in una base navale negli Stati Uniti del Pacifico. Questo è il primo arrivo di un sottomarino missilistico balistico a Guam dal 2016 – a volte indicato come il “boomer” – il secondo annuncio di questo tipo dagli anni ’80.

“Il viaggio in porto rafforza la cooperazione tra gli Stati Uniti e i suoi alleati nella regione, dimostrando la capacità, la flessibilità, la preparazione e il continuo impegno degli Stati Uniti per la sicurezza e la stabilità regionale indo-pacifica”, afferma il rapporto della Marina degli Stati Uniti.

I movimenti dei 14 Boomer della Marina degli Stati Uniti sono generalmente tenuti segreti. L’energia nucleare significa che le navi possono essere sommerse per diversi mesi alla volta e la loro resistenza è limitata solo dai materiali necessari per sostenere il loro equipaggio di oltre 150 marinai.

La Marina afferma che i sottomarini di classe Ohio rimangono in mare per una media di 77 giorni, trascorrendo circa un mese in porto per la manutenzione e il rifornimento.

È raro che qualcuno venga fotografato fuori dai porti di Bangor, Washington e Kings Bay, in Georgia. Il mistero che circonda i sottomarini con missili balistici li rende la “gamba di sopravvivenza più importante del triangolo nucleare”, inclusi missili balistici basati su silo e bombe nucleari come il B-2 e il B-52 sul suolo statunitense.

Ma le tensioni si sviluppano tra Stati Uniti e Cina sullo stato delle Isole Autonome di Taiwan, E come La Corea del Nord ha intensificato i test missilistici, Washington potrebbe rilasciare una dichiarazione con i suoi sottomarini con missili balistici, che secondo gli analisti non potrebbero essere di Pechino o Pyongyang.

“Manda un messaggio – scopo o meno: possiamo parcheggiare 100 armi nucleari a portata di mano, non lo saprai né farai molto al riguardo. E il contrario non è vero e non lo farà. Rimani per un po’”, ha detto l’ex capitano di sottomarino della Marina degli Stati Uniti ora.Ha detto Thomas Schugart, un ricercatore presso il New American Defense Center.

READ  40 La migliore bistecchiere elettriche del 2022 - Non acquistare una bistecchiere elettriche finché non leggi QUESTO!

Il programma di sottomarini balistici della Corea del Nord è agli inizi e i sei sottomarini con missili balistici stimati in Cina sono stati sminuiti dalla Marina degli Stati Uniti.

I missili balistici cinesi non hanno le capacità dei boomer americani, secondo un’analisi del 2021 di esperti del Center for Strategic and International Studies.

I ricercatori del CSIS hanno scritto ad agosto che i missili balistici cinesi di tipo 094 sono due volte più rumorosi dei sottomarini statunitensi, quindi sono molto più facili da rilevare e trasportano meno missili e navi da guerra.

A parte il segnale politico, la presenza della USS Nevada nella regione offre un’altra opportunità, ha affermato Alessio Badlano, professore di guerra e strategia al King’s College di Londra.

“Avere questo tipo di barche – soprattutto in formazione e addestramento – aggiunge un’importante opportunità per imparare a dare la caccia ad altri attori nella regione”, ha detto Badlano.

Il presunto spettacolo a sorpresa di un sottomarino cinese mette in luce un pericolo inaspettato in mare

“La Corea del Nord (RPDC) sta continuando lo sviluppo di tali siti e la Cina li sta già implementando. Migliorare le capacità per monitorarli è importante tanto quanto usarli come deterrente strategico”, ha affermato.

Finalmente una US Navy Boomer ha visitato Guam nel 2016, Quando la USS Pennsylvania si fermò lì.

Gli analisti affermano che da allora le tensioni sono aumentate in modo significativo in tutto l’Indo-Pacifico e che potrebbero esserci diverse scene militari simili da Washington nel contesto attuale.

“Questo dispiegamento (Indo-Pacifico) ci ricorda la regolamentazione nucleare in mare e, quando è fuori dal discorso pubblico più ampio, possiamo vederne di più nello sviluppo dell’equilibrio strategico regionale”, ha affermato Patalno.